Musk si dimette dalla presidenza di Tesla. Al suo posto va una donna

Musk si dimette dalla presidenza di Tesla. Al suo posto va una donna
9 Novembre Nov 2018 5 giorni fa

Il consiglio di amministrazione della società tecnologica ha comunque precisato che Musk continuerà a ricoprire l’incarico di amministratore delegato di quest’ultima

Elon Musk non è più presidente della società tecnologica Tesla. L’imprenditore sudafricano naturalizzato statunitense ha infatti rassegnato le dimissioni da tale carica all’indomani del verdetto emesso in questi giorni dall’autorità Usa di vigilanza sul mercato azionario. Musk è stato infatti condannato a una sanzione pecuniaria e all’interdizione per tre anni da ruoli aziendali apicali.

Nel settembre scorso, la Securities and Exchange Commission (Sec) aveva aperto un fascicolo a carico dell’imprenditore per “truffa ai danni degli operatori del mercato”. Il patron della società tecnologica era stato accusato di avere fornito agli investitori “notizie false”, relative a un imminente ritiro del titolo Tesla dai listini azionari. Il procedimento nei confronti di Musk si è recentemente concluso con un patteggiamento.

In base all’accordo siglato dall’imprenditore sudafricano con la Sec, quest’ultimo dovrà pagare, quale risarcimento nei confronti degli operatori truffati, una sanzione di 20 milioni di dollari e dovrà rinunciare per un triennio a ricoprire l’incarico di presidente in qualsiasi azienda Usa. Subito dopo l’emissione del verdetto, Musk ha presentato al consiglio di amministrazione di Tesla le sue dimissioni dal vertice della società tecnologica. Il cda ha quindi provveduto alla nomina del nuovo presidente della compagnia. Quale sostituto di Elon Musk è stata designata Robyn Denholm, la quale finora ha ricoperto l’incarico di direttore finanziario della società australiana di telecomunicazioni Telstra. In un comunicato, l’organo direttivo dell’azienda fondata da Musk ha espresso “sinceri auguri di buon lavoro” al nuovo presidente e ha ribadito il proprio impegno a favore dell’“ascesa lavorativa” del personale di sesso femminile.

Nonostante il recente verdetto della Sec, l’imprenditore sudafricano continuerà comunque a svolgere mansioni importanti in Tesla. Il cda ha infatti annunciato che Musk resterà amministratore delegato del gruppo, al fine di “rassicurare” i mercati e di scongiurare “bruschi cambiamenti” delle strategie aziendali.

Tags

Commenti

Commenta anche tu