Cattiva circolazione: ecco come migliorarla

Cattiva circolazione: ecco come migliorarla
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
10 Novembre Nov 2018 10 novembre 2018

Una cattiva circolazione sanguigna può favorire gambe pesanti, formicolii e mani fredde, ed è una problematica che può colpire tutte le fasce d'età

Cattiva circolazione e stili di vita sbagliati, una binomio spesso dannoso per il corpo che si ritrova gambe pesanti, gonfie, piedi e mani fredde ma anche formicolii diffusi. Non è una problematica che si può presentare solo con il cambio di stagione, ma può palesarsi come conseguenza diretta di abitudini sbagliate. Non solo quelle dannose come alcol e fumo, ma anche un'alimentazione ricca di sale e condimenti, quindi scarpe troppo strette e scomode.

Uno stile troppo sedentario, un lavoro che costringe e stare seduti per troppe ore, una predisposizione al colesterolo alto, sono tutti fattori negativi per la circolazione. La rete complessa di vene e arterie che costituiscono la circolazione sanguigna del corpo lavora incessantemente per pompare sangue, ma anche per trasportare nutrienti, ormoni e sostanze utili al benessere del fisico.

Quando questo movimento incessante rallenta è il corpo il primo a patirne l'effetto negativo, con la possibilità di sviluppare malattie e problematiche come ictus, infarti e vene varicose. Intercettare per tempo i segnali è molto importante, una cattiva circolazione si può presentare attraverso mani e piedi freddi, quindi formicolio, ma anche tramite sintomi meno evidenti come macchie rosse o violacee sulla parte inferiore delle gambe e pelle secca.

Gli arti sono gli ultimi che ricevono il sangue e se la circolazione rallenta il corpo risponde con un accumulo di liquidi, anche capelli e unghie possono patire apparendo più fragili, spezzandosi e cadendo. Le difese immunitarie si abbassano, il corpo è maggiormente esposto a virus e malanni di stagione, appare più stanco, la digestione più lenta, la sensazione generale è di spossatezza con vertigini e a volte svenimenti.

Per agevolare un recupero sano e veloce è importante idratare l'organismo con tanta acqua, ma anche tisane, tè verde, centrifugati e spremute; non possono mancare i massaggi, quindi le gambe sollevate durante il riposo notturno per aiutare la circolazione, fino al movimento e lo sport. Camminare, pedalare, nuotare o fare stretching può favorire una migliore circolazione, agevolando il benessere anche di ginocchia e articolazioni e se necessario anche un po' di dimagrimento.

Tags

Commenti

Commenta anche tu