In Borsa serve il navigatore

10 Novembre Nov 2018 7 giorni fa

«A fine ottobre scorso l'89% degli asset finanziari da investimento, su 70 presi in considerazione da Deutsche Bank, in pratica ben 62 su 70, contabilizzano risultati negativi da inizio anno. Una situazione straordinaria che non si verificava dal 1901. In cosa si traduce tutto questo per il mondo del risparmio e degli investimenti? Che, in pratica, le performance della maggior parte dei servizi finanziari, dall'inizio dell'anno, sta fornendo performance negative. Cosa accade quando i risparmiatori si ritrovano a confrontarsi con momenti di mercato come questi? Cresce la paura e spesso si fanno scelte sbagliate.

Nel settore obbligazionario in tanti stanno uscendo dai fondi contabilizzando perdite importanti che faranno fatica a recuperare. Lo stesso rischia di avvenire per i servizi d'investimento azionari. In più le notizie che riguardano il nostro Paese (lo spread, la situazione del sistema bancario, l'aumentare del debito pubblico) finiscono per acuire l'effetto-paura che si fa sempre più fatica a gestire. È in questi momenti che serve un «navigatore». Quando attraversiamo zone e strade che non siamo abituati a percorrere, che non conosciamo, abbiamo bisogno di orientamento. In questo ci aiutano anche le ricerche scientifiche. Mi riferisco alla cosiddetta «curva del rischio» che misura l'andamento della rischiosità dei nostri investimenti. Ci dice che, fatto salvo il rischio sistemico mondiale sul quale non possiamo intervenire, il vero rischio sta nello scegliere un'unica forma d'investimento. Un solo titolo? Una sola valuta? Un solo mercato, magari quello domestico? Il rischio sale vertiginosamente. Ma se aggiungiamo titoli a titoli, valute a valute, mercati a mercati, la curva del rischio scende vertiginosamente trasformando, condizioni come quelle attuali, in importanti occasioni d'investimento. C'è bisogno del navigatore, però, perché il percorso, abbia un chiaro punto di partenza e un chiaro punto d'arrivo. Di questo parleremo nel corso della trasmissione Soldi Nostri in onda domani alle 22.00 su TgCom24 di Mediaset.

leopoldo.gasbarro@me.com

Commenti

Commenta anche tu