Disegnano pene in cielo: due piloti dei Marines messi a terra in California

Disegnano pene in cielo: due piloti dei Marines  messi a terra in California
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
18 Novembre Nov 2018 22 giorni fa

Lo scorso 23 ottobre nei cieli della California – ma sarebbe meglio dire sugli schermi radar – sopra il lago Salton nel sud della California non lontano dalla città di San Diego, è comparso un enorme pene

Lo scorso 23 ottobre nei cieli della California – ma sarebbe meglio dire sugli schermi radar – sopra il lago Salton non lontano dalla città di San Diego, è comparso un enorme pene.

Non si tratta di fantomatiche scie chimiche, nemmeno di un messaggio alieno, ma è la burla di due piloti dei Marines del 101esimo Marine Fighter Attack Trainig Squadron di stanza a Miramar, la ben nota base dell’Us Navy già sede della scuola di specializzazione al combattimento aereo manovrato chiamata Top Gun, poi trasferitasi, nel 1996 a Fallon in Nevada.

I due piloti, con la traccia del loro transponder prontamente individuata da appassionati – e anche dalle autorità militari – hanno fatto comparire sugli schermi radar un disegno inequivocabilmente di forma fallica senza tuttavia lasciare alcun tipo di scia visibile ad occhio nudo in cielo.

Tanto è bastato, però, a che il comando dei Marines decidesse di mettere a terra i due in attesa che sia conclusa la commissione di inchiesta. Il maggiore Josef Patterson, portavoce del terzo Marine Aircraft Wing di cui il 101esimo gruppo fa parte, ha specificato che il velivolo era un turboelica da addestramento T-34C Mentor e allo stesso tempo non ha voluto divulgare i nomi dei piloti coinvolti sottolineando che non è chiaro se si tratti di un istruttore o di un allievo in addestramento.

“L’equipaggio del T-34C è sotto inchiesta per aver volato con un profilo che raffigurava un’immagine oscena e attualmente non effettuano operazioni di volo in attesa del procedimento investigativo in essere. Sebbene messi a terra, i due aviatori del corpo dei Marines stanno provvedendo a fornire supporto vitale per le mansioni dello Stormo” sono state le parole esatte del maggiore Patterson aggiungendo che “i marines e marinai del terzo Marine Aircraft Wing operano ai più alti livelli che ci si aspetta da parte di un pilota da caccia e sono portatori dei nostri valori fondamentali come onore, coraggio e dedizione”.

Non è la prima volta che accade qualcosa del genere: a novembre dell’anno scorso la Us Navy fu costretta a scusarsi quando l’equipaggio di un EA-18G Growler della Nas (Naval Air Station) di Whidbey Island disegnò una chiara forma fallica nei cieli di Okanogan nello stato di Washington.

Commenti

Commenta anche tu