Toy boy cannibale uccide l'amante e ne mangia il cervello: condannato a 19 anni

Toy boy cannibale uccide l'amante e ne mangia il cervello: condannato a 19 anni
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
26 Novembre Nov 2018 17 giorni fa

L'orrore in Russia, dove il 23enne cannibale ha ucciso la donna con una bottiglia di vetro

Ha ucciso la sua compagna, poi l'ha fatta a pezzi e in una sorta di rito satanico ne ha bevuto il sangue e mangiato il cervello. L'orrore in Russia, dove il fidanzato cannibale è stato condannato dal tribunale di Novgorod a scontare una pena di 19 anni.

Da quanto ricostruito, il 23enne ha ucciso la donna (di 45 anni) con una bottiglia di vino, per poi smembrarne il corpo con una mannaia. In fase di processo, come scrive il Daily Mail, il killer è stato dichiarato mentalmente idoneo e in aula lui stesso ha portato una lettera all'attenzione della corte nella quale negava di essere un manico, un assassino e un cannibale.

Secondo l'accusa, l'omicida – ossessionato dalle gesta dei più efferati serial killer della storia – avrebbe pianificato il delitto nei minimi dettagli e con il sangue della sua vittima avrebbe tracciato anche un simbolo di evocazione del diavolo su una delle porte della casa teatro dell'atrocità.

Tags

Commenti

Commenta anche tu