Dl Sicurezza, Salvini deride così l'Anpi :"Nostalgici bandiere rosse"

Dl Sicurezza, Salvini deride così l'Anpi :Nostalgici bandiere rosse
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
29 Novembre Nov 2018 29 novembre 2018

La replica del ministro dell'Interno all'appello alla "resistenza" contro il dl Sicurezza dell'Anpi

L'Anpi contro Salvini e Salvini contro l'Anpi. Si ripete lo scontro tra il ministro dell'Interno e i partigiani, che dicono di essere pronti a una nuova "resistenza" contro il dl Sicurezza.

Ieri il decrato sull'Immigrazione è diventato ufficialmente una legge dello Stato. Esulta il ministro dell'Interno e protesta l'Anpi, che per voce del suo presidente Carla Nespolo accusa il governo gialloverde di portare il Belpaese verso "l'incubo dell'apartheid giuridico". "È davvero incredibile che sia accaduto un fatto simile - dice la Nespolo - che sia stato sferrato un colpo così pesante al diritto di asilo, all'accoglienza, all'integrazione. A un modello che ha portato ricchezza e convivenza civile a quelle comunità che hanno avuto la responsabilità e il coraggio di sperimentarlo". Tanto che i partigiani si dicono pronti a a "organizzare una resistenza civile e culturale larga, diffusa, unitaria". "Non ci si può rassegnare a questo declino aggiunge Nespolo - alle pratiche ignobili contro la vita e la dignità dei migranti cui dovremo assistere".

La replica del leader della Lega non si è fatta attendere. E su Facebook liquida con due brevi frase la nuova resistenza pargiana: "I nostalgici delle bandiere rosse parlano di 'incubo' e invocano la 'resistenza civile'... Che paura - scriev il leghista - l'incubo erano i governi della sinistra, cacciati dagli italiani. Ora tornano finalmente ordine e rispetto. La pacchia è stra-finita".

Tags

Commenti

Commenta anche tu