Come scegliere il miglior albero di Natale

Come scegliere il miglior albero di Natale
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
4 Dicembre Dic 2018 14 giorni fa

Per Natale la ricerca di un albero è difficile: bisogna fare attenzione a vari aspetti, tra cui l'estetica e la salute della pianta, senza tralasciare la cura e la longevità

Mancano pochi giorni alle feste natalizie e già da qualche tempo è iniziata la corsa ad accaparrarsi il migliore albero di Natale. Ce ne sono di tutti i gusti: l'importante è che si addobbi affinché possa rendere ancora più magico lo spirito delle feste. Ovviamente, prima di comprarne uno, bisogna superare una serie di ostacoli e impedimenti. Ad esempio si parla dei fastidiosi aghi che cadono e, per chi ha un animale domestico, i pericoli che la pianta potrebbe rappresentare dal comportamento degli amici a quattro zampe. Chi non riesce a superare il primo ostacolo sicuramente opterà per un albero artificiale, da poter montare e smontare ogni anno. Ma se si è decisi all'acquisto di uno vero, arriva la parte più difficile: la scelta del migliore esemplare.

La domanda principale è: quale scegliere? Esistono di tutte le misure e per tutte le tasche, basterà avviare per tempo una piccola indagine di mercato per accaparrarsi il miglior albero al giusto prezzo: verso gli ultimi giorni rimangono sempre gli alberi più spogli. A proposito di rami, l'altro consiglio è di evitare gli alberi con aghi già marroni o ingialliti. Ancora, è necessario chiedere agli addetti di dare uno scossone al pino, affinché cadano gli aghi già morti. Ovviamente, più ne vedremo cadere e più converrà sceglierne un altro. Come da sempre raccomandato da Coldiretti, la scelta dovrebbe ricadere su un abete italiano. Da noi esiste una vasta scelta di abeti e pini da poter comprare: non saranno come quelli presenti alla Casa Bianca, i cosiddetti Fraser, ma sicuramente possono fare una gran bella figura nelle nostre case. Indipendentemente dalla tipologia, il consiglio è quello di tenere l'albero di Natale lontano dalle fonti di calore, come termosifoni, camini o stufe.

Altra piccola attenzione da prestare al momento dell'acquisto è quella di notare la presenza di nidi, poi è sempre buona norma che sia avvolto in una rete affinché non perda componenti, per poi essere liberato solo quando è il momento di posizionarlo in casa. Bisogna precisare, inoltre, che chi è addetto alla vendita dovrebbe già sfoltire i piccoli rami in basso, fornendo così una parte di tronco vuota da fissare sulla base. L'ultimo aspetto da notare è il taglio leggermente obliquo in basso: lo si fa affinché possa assorbire più acqua. Infatti, più l'albero è idratato, più lunga sarà la sua durata.

Tags

Commenti

Commenta anche tu