Pd, tensioni sulla candidatura di Marco Minniti

Pd, tensioni sulla candidatura di Marco Minniti
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
4 Dicembre Dic 2018 04 dicembre 2018

L'ex titolare del Viminale non avrebbe riscontrato le condizioni auspicate nel sostegno alla sua candidatura, in particolare da parte dell'area renziana

Marco Minniti sta riflettendo su un possibile passo indietro nella corsa alla segreteria del Partito Democratico. Secondo alcune fonti, la sua candidatura sta attraversando una fase di stallo. Persino la raccolta di firme sul territorio non procede. "Nessun problema, la raccolta delle firme va avanti", negano invece gli organizzatori della campagna congressuale dell'ex ministro.

I motivi della frenata potrebbero essere legati ad alcune perplessità dell'ex titolare del Viminale che non avrebbe riscontrato le condizioni auspicate nel sostegno alla sua candidatura, in particolare da parte dell'area renziana. "Al momento, l'esito non è negativo ma certo siamo in una fase di stallo. Confidiamo - dice una fonte renziana che sta seguendo il dossier - che Marco si candidi".

Intanto il tempo scorre. Il termine per la presentazione delle candidature al congresso è il 12 dicembre, tra una settimana.

Tags

Commenti

Commenta anche tu