Si apre l'era Gazidis: "Riporteremo il Milan dove merita"

Si apre l'era Gazidis: Riporteremo il Milan dove merita
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
6 Dicembre Dic 2018 7 giorni fa

Nuovo ciclo e vecchio ad. Da ieri è partita ufficialmente l'era di Ivan Gazidis, nuovo amministratore delegato di un Milan che, con il dirigente sudafricano alla guida, spera di diventare molto più ricco per fronteggiare la concorrenza in Italia ed in Europa. Il sogno del presidente Scaroni e dei tifosi è che il 54enne Gazidis replichi quanto fatto all'Arsenal, dove ha portato i ricavi del club da 263 a oltre 500 milioni in dieci anni, anche in casa Milan (dove invece sono fermi dal 2003 intorno a quota 200): «E' un grande onore essere stato scelto - le prime parole rossonere di Gazidis - darò tutto me stesso per raggiungere i nostri obiettivi, non sarà facile, dobbiamo lavorare duramente e insieme, ma insieme riporteremo il Milan in alto. Forza Milan».

Numeri e campo, perché Ivan da Johannesburg sarà chiamato anche a fornire a Gattuso i rinforzi necessari per puntare alla Champions league. E la nomina di Geoffrey Moncada in qualità di nuovo capo scout non è secondaria: 31 anni, rappresentante della nouvelle vague degli osservatori (quelli esperti nella video-analisi), arriva a Milano dopo sei stagioni al Monaco, dove ha lavorato al fianco di Marc Westerloppe (scopritore di Mbappé) e portato nel Principato talenti come Tielemans, Meité, Pellegri e Mboula.

L'approdo di Moncada andrà a mediare l'operato di Leonardo e Maldini, che fino ad oggi hanno agito a briglia sciolta e che potranno dedicarsi con maggiore attenzione alla gestione della squadra sperando che Gazidis possa far tornare il sereno tra Leonardo stesso e Gattuso, cercando di andare oltre posizioni che spesso travalicano aspetti tecnici o tattici.

Commenti

Commenta anche tu