La Merkel è in declino. Anche la sosia ha sempre meno lavoro

La Merkel è in declino. Anche la sosia ha sempre meno lavoro
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
7 Dicembre Dic 2018 6 giorni fa

Ursula Wanecki, 61enne polacca, da 13 anni interpreta la sosia della Cancelliera. Ma adesso, con la fine della leadership della Cdu, rischia di rimanere senza lavoro

Tempi duri per Angela Merkel, che oggi dà l'addio alla guida della Cdu. Ma non c'è solo la Merkel "vera" a essere colpita dalla fine del mandato. C'è anche un'altra Angela, la sua sosia, che subisce il tramonto della Cancelliera. Come scrive Italia Oggi, "da 13 anni la chiamano in ogni parte della Germania, come sosia della cancelliera, a incontri politici e a feste di battesimo, la vogliono in Tv, e in pubblicità, ogni occasione è buona. E ben remunerata".

Si chiama Ursula Wanecki, ha 61 anni, è polacca, e appare sempre vestita e truccata come leader tedesca. Capelli a caschetto, collana con i colori della bandier atedesca, giacca pastello. Abita ad Attendom, in Westfalia, e dal 2005 svolge questo lavoro. Tutto ebbe inizio con un Carnevale: il suo vestito non andava bene, si era strappato. E allora, siccome "the show must go on", Ursula è rimasta sul palco interpretndo la Cancelliera: "Mi bastò rimanere me stessa, senza tanti sforzi d'imitazione. Tutti gli amici mi dicevano che ero come lei. La pettinatura l'ha copiata Frau Merkel da me e non il contrario", dice la sosia.

A quel punto inizia la sua carriera da sosia di Angela. Spot per riviste, comparsate in televisione, guida turistica per gruppi che visitano Berlino. Tutto con il massimo rispetto per la leader, quella vera. "Mi sono sempre preoccupata di non far ridere alle spalle di Frau Merkel. Lei è un capo politico, la donna più importante al mondo, e io l'ho sempre ammirata e rispettata". Ma adesso, con la fine della leadership della Cancelliera, anche lei rischia di lavorare di meno. "Da oggi comincerò a lavorare meno, era ora, sono un po' stanca", commenta Ursula.

Commenti

Commenta anche tu