Lo sfogo di Amadeus: "Sono precipitato. Non mi chiamavano neanche per la sagra della salsiccia"

Lo sfogo di Amadeus: Sono precipitato. Non mi chiamavano neanche per la sagra della salsiccia
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
7 Dicembre Dic 2018 11 giorni fa

A I Lunatici Amadeus ha parlato del suo periodo nero in televisione: "Sei mesi dopo non ti chiama più nessuno"

Amadeus ha annunciato il suo prossimo ritorno in tv con la seconda edizione di Ora o mai più che passa dal venerdì al sabato sera.

Ospite al programma radiofonico I Lunatici in onda su Rai Radio 2, il conduttore si è raccontato senza filtri. "Mettiamoci pure contro Maria De Filippi - ha esclamato -. Spero che le persone che si sintonizzeranno su Rai 1 possano passare una bella serata, al di là degli ascolti". E tra una battuta e l'altra, Amadeus non si è nemmeno risparmiato nel ricordare uno dei momenti più bui della sua vita.

"Per due o tre anni sono precipitato - racconta Amadeus -. Lì ti accorgi come magari sei mesi prima ti proponevano per fare prime serate e sei addirittura in lizza per poter fare Sanremo e sei mesi dopo non ti chiama più nessuno nemmeno per fare la sagra della salsiccia. Ho sbagliato ma grazie a Dio, alla fortuna, al pubblico e ai programmi giusti, ho avuto modo di rimediare".

Questo è stato davvero un trauma, ma per fortuna nella sua vita c'è Giovanna Civitillo, alla quale è legato dal 2003 e dalla quale ha avuto il figlio José Alberto. I due si sono conosciuti all'Eredità: "Era bella, alta, le altre dicevano che era un piacere conoscermi, lei invece un po' se la tirava. Era molto rigida, ma simpatica. Non mi ha filato di pezza per molti mesi, ma a forza di bigliettini, fiorellini e caffè ci ritroviamo adesso insieme da tanti anni e abbiamo anche un figlio".

Commenti

Commenta anche tu