Mangiare sano fuori casa: ecco il progetto

Mangiare sano fuori casa: ecco il progetto
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
7 Dicembre Dic 2018 10 giorni fa

L'alimentazione sana passa anche dal pranzare o cenare nei locali: arriva il progetto per informare i cittadini e aggiornare gli operatori della ristorazione

Mangiare sano anche fuori casa, per rispondere alle esigenze di coloro che, sempre più spesso, pranzano o cenano nei locali.

La Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe) e il Ministero della Salute - nelle persone del presidente Lino Enrico Stoppani e della ministra Giulia Grillo - hanno firmato un protocollo di intesa volto a una collaborazione di lungo periodo per la promozione di un’alimentazione più sicura e attenta ai nuovi stili di vita. Il progetto di intitola “La salute vien mangiando… fuori casa” e prevede diverse iniziative sul territorio nazionale.

"Le persone mangiano sempre più spesso fuori casa - ha detto Grillo al momento della firma - per lavoro e per svago, ed è essenziale promuovere attivamente l'educazione alimentare e i corretti stili di vita in tutte le età. Per questo motivo ho firmato un protocollo con la Fipe, la maggiore associazione di categoria nel campo della ristorazione. Tutti i dati ci confermano che mangiare correttamente è la base per migliorare il livello generale della salute della popolazione e come ministro della Salute intendo avvalermi del supporto di ogni soggetto che può portare il proprio contributo per un'alimentazione più sana”.

Si vuole implementare in particolare la sensibilizzazione e quindi la comunicazione volta a promuovere un equilibrio nutrizionale. Non mancheranno tuttavia iniziative rivolte agli addetti al settore, come corsi di aggiornamento. "Un'importante collaborazione istituzionale - ha commentato Stoppani - che tiene conto dell'importanza strategica delle imprese di ristorazione sul tema dell’alimentazione. È infatti proprio nei pubblici esercizi che spesso si definiscono molte delle abitudini e dei comportamenti alimentari dei cittadini, tenendo conto del fatto che milioni di persone nel nostro Paese consumano almeno un pasto della loro giornata al di fuori delle mura domestiche. L'intesa con il Ministero della Salute sarà importante per mettere a punto strumenti specifici per promuovere e salvaguardare ulteriormente valori quali la sicurezza alimentare all'interno delle nostre imprese, contribuendo nello stesso tempo ad accrescere le competenze in materia degli operatori del settore coinvolti".

Tags

Commenti

Commenta anche tu