La ricetta di Fontana: "Non pensiamo a migranti, mettiamoci a fare più figli"

La ricetta di Fontana: Non pensiamo a migranti, mettiamoci a fare più figli
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
8 Dicembre Dic 2018 5 giorni fa

Lorenzo Fontana, il ministro per la Famiglia, dal palco della manifestazione di Roma, è stato chiaro: "Vogliamo che i nostri simboli, i nostri crocifissi siano esposti"

"La prima cosa da fare non è occuparsi dei migranti ma fare in modo che gli italiani facciano figli". Così il ministro per la Famiglia, Lorenzo Fontana, parlando dal palco di piazza del Popolo, ha delineato la nuova linea politica in tema di immigrazione.

"All'Immacolata affidiamo la reazione identitaria che in Europa sta dilagando", ha aggiunto. Poi, rivolgendosi alla folla di militanti leghisti, ha detto: "State regalando un sogno, non solo all'Italia, a un continente. All'Europa che era caduta nel baratro, che grazie a voi tornerà quello che è stata". Il ministro Fontana, per quanto riguarda la polemica sui simboli cristiani, è stato chiaro: "Noi abbiamo la nostra cultura, la vogliamo tramandare ai nostri figli, per questo vogliamo il presepe, il crocifisso, non ci vergogna nostra storia". E ancora:"Abbiamo la nostra tradizione e vogliamo che venga trasmessa: per questo vogliamo che i nostri simboli, i nostri crocifissi siano esposti. Noi non ci vergogniamo della nostra tradizione".

Tags

Commenti

Commenta anche tu