Natale: secondo Coldiretti il 51% degli italiani preferisce i mercatini

 Natale: secondo Coldiretti il 51% degli italiani preferisce i mercatini
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
8 Dicembre Dic 2018 10 giorni fa

Secondo Coldiretti gli acquisti di Natale si risolvono velocemente grazie ai mercatini di Natale, una scelta abbracciata dal 51% degli italiani

I mercatini sono un appuntamento indiscutibile del periodo delle festività natalizie, a partire dai più famosi come quello di Sant Ambrogio a Milano, passando per quelli di zona e locali certo non privi di fascino. Secondo una stima di Coldiretti ben il 51% degli italiani risolve le incombenze legate agli acquisti frequentando i mercatini di Natale, che offrono una grande scelta e proposta sia per se stessi che da trasformare in doni da riporre sotto l'albero. L'analisi condotta in tandem da Coldiretti e Ixè sottolinea la voglia di trasformare l'acquisto in un momento di svago e scoperta, sia di posti nuovi che di prodotti interessanti magari a impatto zero e rispettosi dell'ambiente.

Girovagare per i mercatini di Natale permette di curiosare tra novità sicuramente inconsuete e poco commerciali, assaggiando al contempo prodotti di natura alimentare sconosciuti al palato. Il cibo, appunto, è primo in classifica tra gli acquisti di Natale, seguito da addobbi e decori del tutto originali e magari fai da te. Non mancano gli articoli artigianali, elementi per la casa e di arredo, quindi giocattoli, accessori e abbigliamento. Solo una percentuale pari al 5% non comprerà nulla, ma passerà il tempo passeggiando tra bancarelle e colori, inebriato da luci e profumi avvolgenti.

È proprio il ponte dell'Immacolata a dare il via alle compere di Natale, che caratterizzeranno tutto il periodo fino alla data finale e tanto attesa della Vigilia. Come anticipato saranno acquisti utili, necessari ma anche prodotti alimentari locali simbolo della tradizione. Un'occasione importante per testare il risultato finale entrando in contatto con il produttore, riscoprendo procedimenti, lavorazioni e metodologie fuori dal circuito industriale. Tecniche sapienti, naturali e rispettose in grado di offrire un prodotto finale sano, naturale e unico, magari a chilometro zero per una freschezza senza pari.

Tags

Commenti

Commenta anche tu