Prima la calca, poi il crollo delle ringhiere: il video della strage in discoteca

Prima la calca, poi il crollo delle ringhiere: il video della strage in discoteca
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
8 Dicembre Dic 2018 5 giorni fa

Il video diffuso da "Cronache Ancona" mostra il momento in cui avrebbero trovato la morte le sei vittime

È stato un momento. Una fatalità che, ad ora, ha provocato almeno sei morti, ma il bilancio potrebbe salire. All'interno della discoteca Lanterna azzurra in provincia di Ancona sarebbe stato spruzzato dello spray urticante che avrebbe creato il panico tra i giovani che si sono riversati fuori dal locale. Poi due muretti sarebbero crollati, facendo cadere i ragazzi da circa un metro d'altezza.

Un video diffuso da Cronache Ancona mostra quei tragici momenti. Si crea una sorta di effetto domino e, le persone più vicine ai muretti scivolano, schiacciate dalle altre. C'è chi cerca di aiutare i caduti e chi, terrorizzato, urla. È proprio in quel punto che, come hanno confermato i carabinieri è profondo un metro, hanno perso la vita le sei persone. Si tratta di una quarantenne e due ragazze 15enni di Senigallia (Ancona), un 17enne di Ancona e una 16enne di Fano (Pesaro-Urbino). Negli ospedali di Torrette di Ancona, Jesi e Senigallia sono stati soccorsi oltre 120 feriti e, tra questi, almeno sette versano in gravi condizioni.

Traumi cranici, al torace e agli arti. Sono queste le principali ferite riportate da chi si trovava ieri notte nella discoteca. Una nota diffusa dagli Ospedali Riuniti di Ancona fa sapere che "allo stato sono pervenuti al Pronto Soccorso dell'Azienda di Torrette e sono stati accolti sette codici rossi Peimaf (Piano di Emergenza Interno per il Massiccio Afflusso dei Feriti, ndr) 2 ragazze e 5 ragazzi di età compresa tra i 14 ed i 20 anni, per trauma cranico e/o toracico. Tutti ricoverati nelle terapie intensive dell'Azienda. Una ragazza in codice giallo Peimaf: attualmente in osservazione. Tre ragazze e due ragazzi in codice verde Peimaf: di età compresa tra i 14 ed i 23 anni con traumi degli arti di cui uno dimesso al domicilio e 4 attualmente ancora in valutazione clinica. Si è in attesa di un ulteriore ragazzo in codice rosso, che ci sarà trasferito dal PS di Senigallia".

Tags

Correlati

Commenti

Commenta anche tu