Viareggio, compra una Bmw da 47mila euro, gli tolgono la casa popolare

Viareggio, compra una Bmw da 47mila euro, gli tolgono la casa popolare
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
8 Dicembre Dic 2018 8 giorni fa

A Viareggio giro di vite con i furbetti dell'edilizia residenziale pubblica: più controlli e provvedimenti

E' finita la pacchia per i furbetti delle case popolari nel comune di Viareggio, dove sono più di mille gli alloggi che sono stati assegnati a cittadini bisognosi di un alloggio a prezzo calmierato, ma alcune volte questi bisognosi non lo sono poi così tanto, come nel caso in questione.

L'uomo, secondo quanto riporta il quotidiano "La Nazione", viveva in una casa dell'Erp (Ediliza residenziale pubblica) di circa 57 metri quadri in zona Campo dell'Aviazione di Viareggio, in Via Antonini, ma il 27 Giugno scorso ha comprato una Bmw di grossa cilindrata da 47500 euro. Un controsenso per una persona il cui reddito dichiarato non dovrebbe consentirgli tali spese di lusso visto che aveva ottenuto un appartamento comunale proprio per la sua situazione patrimoniale.

La legge regionale in materia sancisce infatti, tra le cause di decadenza, anche la disponibilità di beni mobili il cui valore supera il 25% il limite massimo di reddito consentito per accedere alla misura di sostegno.

Così il 10 Ottobre scorso l'amministrazione pubblica ha notificato all'inquilino l'avvio del procedimento di di risoluzione del contratto di locazione, perfezionato il 31 ottobre, ma il presunto colpevole non si è arreso ed il 20 Novembre ha presentato ricorso, adducento la buona fede nell'acquisto dell'auto in questione, ma ciò non gli è bastato per preservare l'abitazione.

“la buona fede nell’acquisto dell’autovettura e l’assenza di alcun intento ‘fraudolento’ – si legge della determina firmata dal dirigente alle politiche abitative, Fabrizio Petruzzi – non sono in alcun caso contemplate nell’ipotesi decadenziale” inoltre viene precisato che “la proprietà di un bene di valore non indifferente testimonia l’esistenza di una situazione reddituale non compatibile con il diritto a continuare ad essere assegnatario di un alloggio Erp, prescindendo dalla provenienza della risorsa economica” anche se tale risulta un'entrata occasionale.

Il Comune di Viareggio, proprio a causa del numeroso numero di alloggi popolari a disposizione ed l'altrettanto lunga lista di richiedenti sta facendo controlli e verifiche sulle dichiarazioni di tutti i presenti in graduatoria in modo che non ci siano infrazioni involontarie o da parte di furbetti:”ci sono persone che denunciano un centesimo del loro reddito, c’è chi finge una separazione pur di continuare a vantare diritti inesistenti e chi magari è tornato nel suo paese d’origine e si tiene la casa popolare a viareggio per fare un po’ di villeggiatura” raccontato alcuni degli stessi residenti dell'Erp che rivendicano il diritto alla casa per chi ne ha reale necessità, non come in questo caso evidentemente.

Tags

Commenti

Commenta anche tu