Irruzione a scuola per rubare pc e tablet: arrestati

Irruzione a scuola per rubare pc e tablet: arrestati
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
19 Dicembre Dic 2018 19 dicembre 2018

Finiscono in manette a Mercato San Severino, in provincia di Salerno, due uomini di Somma Vesuviana. I carabinieri restituiscono la refurtiva all'istituto comprensivo

Fanno irruzione a scuola per rubare computer e tablet, scoperti e arrestati due ladri a Mercato San Severino, in provincia di Salerno. L’operazione porta la firma dei carabinieri del comando provinciale di Napoli che, insieme ai colleghi di Salerno, hanno sorpreso e bloccato i due uomini, originari di Somma Vesuviana, comune dell’hinterland partenopeo.

I fatti si sono verificati nella notte tra lunedì e martedì nell’edificio che ospita l’istituto comprensivo “don Salvatore Guadagno” che ospita la scuola primaria e quella elementare a Mercato San Severino. I due, un 38enne e un 41enne, erano riusciti a guadagnare l’ingresso nell’edificio forzando il cancello d’ingresso. Una volta dentro, hanno messo mano agli armadietti metallici che custodivano materiale tecnologico. Dunque sono riusciti ad arraffare ben ventuno personal computer e diciotto tablet.

Dopo il colpo, per fuggire, uno dei due – il 41enne – s’è lanciato dalla finestra del primo piano, procurandosi alcune fratture. Così, è stato arrestato nei pressi dello stesso istituto scolastico. L’altro, invece, aveva raggiunto e quindi arrestato alla stazione ferroviaria dove sarebbe salito sul primo treno utile a riportarlo a casa.

Tutta la refurtiva è stata recuperata e restituita alla scuola mentre i due sono in attesa della celebrazione del rito per direttissima.

Tags

Commenti

Commenta anche tu