Una Factory a misura di donna

Una Factory a misura di donna
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
19 Dicembre Dic 2018 19 dicembre 2018

Grande folla per l’apertura dell’atelier, nella capitale, di Hibourama, delle due giovani stiliste Rachele Mancini e Maila Ferlisi. Presente anche l'attrice Maria Pia Calzone

Si è svolto a Roma, sabato 15 novembre, il party di apertura dello showroom di Hibourama, brand di borse di lusso nato nel 2011 grazie alle designer Rachele Mancini e Maila Ferlisi. All’inaugurazione della sede, atelier di 400 mq che comprende i laboratori di stile e design, ricamo, ricerca e sviluppo erano presenti anche gli altri 4 soci, Massimo Di Amato, Daniele Provenziani, Luigi Izzo, Vittoriomaria Alfonsi. Tra le guest intervenute l’attrice Maria Pia Calzone.

Aperto in una zona popolare di Roma, l’atelier è una vera e propria factory del lusso dove avviene la produzione e l’ideazione di borse che sono amate ed esportate in tutto il mondo. Il party si è svolto in mezzo a centinaia di amici supertrendy che hanno sorseggiato cocktail e ballato per tutta la sera e assaggiato un’enorme quantità di finger food.

Alcune delle fortunate presenti indossavano le creazioni delle due stiliste, altre hanno ricevuto un prezioso cadeaux molto richiesto: un braccialetto di cuoio con le borchie brandizzate che è andato proprio a ruba. “Uno sforzo enorme - ha commentato Rachele - abbiamo stretto i denti e lavorato sodo, ma ora vedere tutto questo mi riempie il cuore di gioia e mi ripaga di tanti anni di fatica”.

Oltre ad aver messo un’altra pietra sulla qualità del nostro made in Italy, la factory creerà un indotto non indifferente dando lavoro a molte giovani creatrici che avranno così non soltanto la possibilità di formarsi, ma anche di entrare a far parte in modo fattivo nel mondo del lavoro.

Correlati

Commenti

Commenta anche tu