Sauna, piscina e amante: la bella vita del vescovo con i soldi dei suoi fedeli

Sauna, piscina e amante: la bella vita del vescovo con i soldi dei suoi fedeli
Inside Over
21 Dicembre Dic 2018 21 dicembre 2018

In Austria è finito nei guai il vescovo Alois Schwarz per aver violato la regola del celibato, speso oltre un milione per costruire una piscina con sauna e aver pagato 91mila euro una collaboratrice di cui si era invaghito

Spese milionarie per una piscina con tanto di sauna inclusa e sfarzi di ogni tipo. In Austria lo chiamavano il "Sistema Schwarz", dal nome del vescovo di Klagenfurt che rischiava di dilapidare i beni della chiesa carinziana.

Alois Schwarz, come racconta il quotidiano Il Corriere della Sera, era da tempo sotto osservazione per la gestione, diciamo sbarazzina e arbitraria, degli ostelli, delle scuole e degli altri beni immobiliari che aveva a disposizione. Ora i conti del suo vescovado saranno passati sotto la lente di un gruppo di lavoro creato ad hoc per questo tipo di mansione. Tra le spese pazze, come già anticipato, balza agli occhi un piscina costata più di un milione di euro. Ma non solo. Dal Vaticano si è dato mandato di indagare anche sulla relazione, probabilmente troppo intima, che il vescovo aveva instaurato con Andrea Erzinger, una sua collaboratrice che era stata nominata direttrice di un centro di formazione con un compenso annuo di 91mila euro. Alois Schwarz si sarebbe innamorato perdutamente di lei e le avrebbe lasciato ampie libertà di manovra. "Schwarz a causa della sua relazione, era condizionato dall'arbitrio e dagli umori di questa sua confidente", si legge nelle conclusioni delle indagini dove Schwarz ed Erzinger non vengono però definiti chiaramente due amanti. Il vescovo, nonostante questo, è accusato anche di aver violato la regola del celibato.


Tags

Commenti

Commenta anche tu