Anche Babbo Natale è malato: ecco i suoi problemi di salute

Anche Babbo Natale è malato: ecco i suoi problemi di salute
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
22 Dicembre Dic 2018 22 dicembre 2018

È l'uomo più impegnato di sempre ma anche quello a più rischio salute: Babbo Natale con la sua mole e lo stress della Vigilia mette a repentaglio il suo benessere pur di consegnare i doni

Babbo Natale, nell'immaginario collettivo è un uomo anziano con una certa circonferenza fisica a rischio stress e obesità. L'uomo in rosso più famoso di sempre è un arzillo anziano, con viso allegro e gote rosse in evidenza, ma che tradisce un certo sovrappeso sinonimo di patologie più pressanti e pericolose. Diabete, colesterolo alto, problemi circolatori e cardici e anche malattie più gravi, un insieme davvero dannoso aggravato dalla frenesia della vigilia.

Di certo non aiutano i tanti spuntini e dolcetti lasciati dai più piccoli, come ringraziamento per i doni consegnati, a cui Babbo Natale attinge senza ritegno. Un impatti glicemico esagerato, vista la mole di biscotti e latte ma anche liquori e drink a dispisizione accanto al camino. Ma Babbo Natale è un vero goloso, che può contare anche sulla cucina sostanziosa della moglie solita preparare manicaretti golosi ma fortemente calorici.

Per combattere questa condizione pericolosa l'uomo in rosso dovrebbe affidarsi a qualche attività fisica, anche se blanda, ma preferisce riposare in poltrona oppure sedersi alla scrivania per rispondere alle miriadi di letterine in arrivo. Una scelta sinonimo di sedentarietà, che aumenta la sua condizione di obesità e quindi di ipertensione. Non certo una scelta positiva per il benessere del cuore e delle arterie, senza dimenticare la problematica colesterolo che può portare a infarto e ictus. A ciò si accumula lo stress accumulato durante la notte di consegne di Natale, un vero lavoraccio che gli fa attraversare tutti i continenti ricevendo in cambio un jet leg senza pari.

Stress, freddo, ansia da consegna, tensione nervosa: il povero vecchietto è sicuramente messo a dura prova, nonostante la sua pazienza e il suo incrollabile buon umore. Senza dimenticare la malinconia che lo avvolge a fine festività, quando tutto ritorna all'interno dei ritmi consueti e la monotonia prende il sopravvento. Per il nuovo anno dovrebbe regalarsi maggiori cure e attenzioni personali, visitando di più il medico di fiducia e magari effettuando qualche controllino in più così da agevolare il benessere e la salute personale.

Tags

Commenti

Commenta anche tu