Roma, arrestate tre borseggiatrici minorenni

Roma, arrestate tre borseggiatrici minorenni
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
29 Dicembre Dic 2018 29 dicembre 2018

I carabinieri hanno fermato a Roma tre borseggiatrici minorenni e due giovani ladri, provenienti da due campi nomadi della Capitale

In questi ultimi giorni del 2018 a Roma sono stati fermati dai carabinieri tre borseggiatrici minorenni e due giovani ladri, tutti provenienti da campi nomadi della Capitale.

I carabinieri della Stazione Roma Via Vittorio Veneto hanno arrestato nuovamente tre baby borseggiatrici, rispettivamente di 14, 15 e 17 anni, provenienti dal Campo di Castel Romano. Le ragazze, in passato sorprese più volte in flagranza, sono state fermate dopo l’ennesimo furto.

Questa volta le tre giovani avevano sottratto i portafogli a dei turisti che viaggiavano sull’autobus di linea 64, che collega la Stazione Termini a San Pietro. Ma proprio su quel mezzo si trovavano i militari, che hanno bloccato le tre ragazze appena sono entrate in azione. La refurtiva è così stata recuperata.

Le tre minorenni sono state portate in caserma e trattenute in attesa di essere portate presso il centro di prima accoglienza di via Virginia Agnelli.

Nella notte, i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno bloccato nel quartiere Torrino due nomadi romeni, rispettivamente di 17 e 21 anni, domiciliati presso il campo nomadi di via Candoni.

Grazie a una segnalazione al 112, i due giovani sono strati sorpresi dai militari in via Fermo Ognibene, dopo che avevano divelto le saracinesche di tre box auto, sottratto attrezzatura edile e oggetti di vario genere, e aver caricato tutto nel portabagagli della loro auto.

Il materiale rinvenuto è stato riconsegnato ai legittimi proprietari, mentre l’auto è stata sequestrata ed è affidata a un deposito giudiziario.

Il 21enne è stato arrestato per furto aggravato, mentre il 17enne è stato denunciato a piede libero per lo stesso reato. I due ragazzi sono stati portati in caserma. Il ragazzo di 21 anni è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo; il minorenne è stato invece riaffidato ai genitori.

Tags

Commenti

Commenta anche tu