Roma, rapinatore senegalese in manette

Roma, rapinatore senegalese in manette
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
4 Gennaio Gen 2019 04 gennaio 2019

Nel giorno di Capodanno ha fermato un passante in zona Pigneto a Roma e gli ha puntato una pistola contro derubandolo di portafogli e smartphone con una pistola

Il rapinatore ha sorpreso la sua vittima in zona Pigneto puntandole una pistola contro e sottraendo all'uomo uno smartphone e alcuni contanti che aveva nel portafogli

È stato arrestato a causa della sua altezza. Il senegalese 39enne è infatti alto quasi due metri e questa caratteristica era rimasta impressa nella mente di chi ha subito la rapina e che lo ha anche descritto in maniera molto dettagliata. Oltre a ciò, lo stesso rapinatore era anche una vecchia conoscenza dei carabinieri tanto che avevano una vecchia fotografia segnaletica che, appena mostrata al rapinato, lo ha subito riconosciuto come il colpevole della rapina a mano armata.

Ci sono voluti circa cinque giorni per troavarlo ma alla fine ci sono riusciti, durante un normale pattugliamento di notte i carabinieri dell'8° Reggimento del Lazio riferisce il Roma Today hanno fermato un senegalese alto quasi due metri, una volta riconosciuto lo hanno immediatamente portato in caserma. L'uomo era noto per avere avuto in passato traffici di droga ed era stato anche denunciato per spaccio.

Successivamente gli uomini dell'Arma si sono recati nel domicilio del 39enne dove hanno rinvenuto anche 6 grammi di erba suddivisa in dosi per lo spaccio e circa 10 euro in contanti. Dopo l'arresto con l'accusa di spaccio e rapina lo straniero è stato condotto all'interno del carcere di Regina Coeli.

Tags

Commenti

Commenta anche tu