Aggredisce coppia di anziani e rischia il linciaggio

Aggredisce coppia di anziani e rischia il linciaggio
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
8 Gennaio Gen 2019 08 gennaio 2019

Senegalese bloccato dai passanti ancor prima della polizia. Dal 1° gennaio 2mila identificati

Una violenta rapina contro degli anziani, spacciatori scatenati rincorsi e bloccati e anche un imbrattatore sorpreso dal capotreno mentre scriveva con un pennarello sulle pareti delle carrozze. Sono stati primi giorni dell'anno di intensa attività per la polizia ferroviaria in stazione Centrale. Ma anche in tutta la regione dove a partire da martedì 2 gennaio a ieri, quindi in appena cinque giorni, la Polfer ha identificato ben 2.168 persone, di cui 741 stranieri, ne ha quindi denunciate altre 34 e scortato 358 treni.

Tornando alla Centrale il fatto più impressionante ha coinvolto il 2 gennaio una coppia di nonnini, colpiti entrambi al volto da un senegalese di 18 anni che voleva scippare la borsa alla signora e c'era riuscito. A rovinargli i piani una pattuglia della Polfer che lo ha arrestatoo accusandolo di rapina, ma anche un gruppo di passanti che ancora prima della polizia avevano bloccato il malvivente che solo per un soffio non è stato sottoposto a un vero e proprio linciaggio.

Il giorno successivo altri agenti hanno sorpreso un giovane della Guinea mentre cedeva 5 grammi di hashish a un uomo e lo hanno arrestato. E il 4 gennaio è finito in manette anche un gambiano di 22 anni mentre consegnava 11 grammi di marijuana a un altro ragazzo. Gli agenti Polfer avevano notato i due giovani di colore che, con fare sospettato, si guardavano l'un l'altro per capire se fossero osservati o meno. All'improvviso uno dei due ha estratto dalla tasca della felpa un pacchettino in cellophane con dentro 11 grammi di marijuana, che ha consegnato all'altro in cambio di 20 euro.

Quindi è stata la volta di un congolese di 30 anni, bloccato il 5 gennaio mentre per 70 euro cercava di vendere dell'hashish dentro uno dei bar della Centrale. Lo ha sorpreso una pattuglia in borghese di una squadra di polizia giudiziaria della Polfer. Gli agenti lo hanno bloccato ma ha reagito colpendoli per tentare la fuga. Così sono arrivati i rinforzi e grazie a un'altra pattuglia il giovane è stato arrestato per violenza e resistenza. Perquisito, aveva in tasca 12 grammi di hashish oltre a un pacchetto contenente 5 dosi e una bustina di mezzo grammo di cocaina oltre a 175 euro.

È italiano invece il ragazzo denunciato dalla Polfer di Milano Porta Garibaldi. La squadra è salita a bordo di un convoglio dopo che il capotreno aveva «beccato» il 28enne che imbrattava le carrozze con un pennarello.

Commenti

Commenta anche tu