Carige vende 2 miliardi di crediti "deteriorati"

Carige vende 2 miliardi di crediti deteriorati
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
8 Gennaio Gen 2019 08 gennaio 2019

Carige adesso corre ai ripari. La banca di Genova prova ad uscire dal tunnel di crisi in cui è entrata: subito in vendita i crediti "dubbi"

Carige adesso corre ai ripari. La banca di Genova prova ad uscire dal tunnel di crisi in cui è entrata. L'istituto di credito, secondo quanto riporta l'Adnkronos, proverà a vendere immediatamente circa 2 miliardi di crediti deteriorati. Il tutto ha un obiettivo chiaro: rendere più appetibile la banca per l'ingresso di nuovi compratori. In questo momento, secondo quanto emerge dall'ultima trimestrale, i crediti deteriorati ammontano a circa 4,8 miliardi di euro. Su questa base la percentuale dei crediti dubbi ammonta al 27,5%. Va sottolineato però che questo indicatore non tiene conto delle procedure di derisking che sono state portate avanti negli ultimi tre mesi che riguardano circa 1,3 miliardi.

Il credito deteriorato di fatto, sempre secondo quanto riportato dalla banca adesso è sceso a 3,5 miliardi di euro "raggiungendo con un anno di anticipo il target assegnato da Bce per il 2019". Con i nuovi dati l'indicatore dei crediti deteriorati sarebbe sceso al 20 per cento. I commissari hanno inoltre assicurato che verrà portato al 10 per cento o nelle più rosse previsioni al 5 per cento. Un compratore che possa acquistarre in poco tempo 1,7-2 miliardi di questi crediti è la Sga, la società del Tesoro che ha già preso 20 miliardi di Veneto Banca e Bpvi. Carige ha ceduto con una cartolarizzazione un portafoglio di sofferenze per un valore lordo contabile pari a 964 milioni. Adesso bisogna capire se queste operazioni possano servire in modo concreto a salvare la stessa banca e i risparmiatori.

Tags

Correlati

Commenti

Commenta anche tu