Investita dallo scooter sulle strisce pedonali. È in gravi condizioni

Investita dallo scooter sulle strisce pedonali. È in gravi condizioni
Inside Over
9 Gennaio Gen 2019 09 gennaio 2019

Ricoverata al Niguarda dopo l'incidente in corso di Porta Vittoria. Stava attraversando

La polizia locale, anche attraverso le immagini ottenute dalle videoregistrazioni, sta stabilendo se l'incrocio semaforizzato le fosse «favorevole», cioè verde, nel momento in cui ha attraversato la strada. Era comunque sulle strisce pedonali all'angolo tra corso di Porta Vittoria 47 con la via Enrico Dandolo - praticamente davanti alla Camera del Lavoro e poco prima del Tribunale che però rimane sul lato opposto della carreggiata - la donna ecuadoriana di 45 anni travolta nella tarda mattinata di ieri (erano le 13.25) da un milanese 31enne alla guida di una Vespa. L'investitore, diretto verso il centro, probabilmente non andava piano, ma è stato il tipo di caduta a far finire la donna all'ospedale Niguarda in condizioni gravissime e in pericolo di vita, con un trauma cranico commotivo che le ha fatto perdere subito conoscenza, come hanno spiegati gli operatori del 118 giunti sul posto con tre ambulanze e un'auto medica. La donna è stata operata d'urgenza e si trova ancora ricoverata in rianimazione. La prognosi è riservata. Nell'impatto con il «vespone» rosso la sudamericana, che al momento dell'incidente sembra stesse verso la banchina del tram - infatti è finita a terra, battendo con violenza la testa contro il marciapiede. Lo scooterista, un 31enne di Milano, si è subito fermato per prestarle soccorso e attorno ai due si è formato un capannello di gente in attesa dell'arrivo dei mezzi ospedalieri. L'investitore è rimasto illeso, se si eccettua una caviglia slogata nell'impatto.

A Milano sono frequenti gli episodi di pedoni travolti su attraversamenti pedonali. Appena venti giorni fa una donna di 38 anni era stata ricoverata in condizioni gravi dopo essere stata investita sulle strisce da un'auto a Quarto Oggiaro. Alla guida della vettura c'era una 41enne che si è subito fermata per prestare soccorso. L'incidente era avvenuto poco dopo le 14.30. Secondo la ricostruzione della polizia locale l'auto, una Suzuki Swift, stava percorrendo via Bovisasca dal centro verso la periferia, quando all'incrocio con via Amoretti ha travolto la 38enne che stava attraversando sì sul passaggio pedonale ma con il semaforo rosso per i pedoni. Nell'impatto la donna era rimbalzata sul cofano della vettura e quindi sbalzata di alcuni metri. Venne ricoverata in gravi condizioni al San Carlo.

Due mesi e mezzo prima, il 12 ottobre, era toccata a una 72enne, a Baggio. Anche stavolta l'anziana stava attraversando la strada sulle strisce pedonali quando era stata centrata da un'automobile, finendo in gravi condizioni al Niguarda, ricoverata in prognosi riservata. Era accaduto intorno alle 17 mentre la «nonnina», insieme al marito di 81 anni, stava attraversando la strada in via Palmi. In quel momento è arrivata una vettura guidata da un uomo di 39 anni, che viaggiava insieme alla moglie e alla figlioletta di due mesi. Diversamente dall'anziana, il marito, la piccola con la mamma furono trasportati in ospedale in condizioni non gravi.

Commenti

Commenta anche tu