Gli accumulatori compulsivi? Esistono anche su internet

Gli accumulatori compulsivi? Esistono anche su internet
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
10 Gennaio Gen 2019 6 giorni fa

Fanno fatica a cancellare foto, documenti e mail. Anche solo pensare di farlo è per loro fonte di stress

Gli accumulatori seriali non sono più solo quelli che difendono gelosamente vestiti e oggetti ormai in disuso. Esistono anche nell’era digitale. Solo che in questo caso fanno una notevole fatica a cancellare foto, video e mail di nessuna importanza. Solo l’idea di doverlo fare provoca in loro un terribile stress. Ad affermarlo è uno studio condotto da una coppia di ricercatori, Darshana Sedera e Sachithra Lokuge della Monash University, e presentato all’International Conference on Information Systems di San Francisco. Addirittura verrebbe definita come una vera e propria patologia.

Gli studiosi hanno usato gli stessi test che vengono solitamente impiegati per diagnosticare gli accumulatori seriali più tradizionali. La ricerca ha coinvolto 850 persone, verificando il livello di stress provocato dalla sola idea di cancellare il materiale digitale collezionato sulle proprie pagine su internet. Ebbene, i livelli sarebbero paragonabili e del tutto simili a quelli provati dagli accumulatori classici. E la fascia di età maggiormente colpita sarebbe, sempre secondo i dati ricavati dallo studio, quella tra i 20 e i 30 anni, in particolar modo le donne. Giovani di sesso femminile avrebbero quindi notevoli problemi a cancellare documenti e foto accumulati negli anni su internet. Obbligarsi a buttare definitivamente questi materiali già non è facile, se poi non vi sono problemi di spazio disponibile, diventa una impresa disperata. Infatti, mentre il nostro armadio gode di uno spazio limitato, così come la cantina o il garage, su internet questo problema neanche si pone. Basta aumentare la memoria.

Tags

Commenti

Commenta anche tu