Parcheggiatore nei guai, scatta il divieto di dimora

Parcheggiatore nei guai, scatta il divieto di dimora
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
10 Gennaio Gen 2019 10 gennaio 2019

La misura è stata notificata a un 48enne di Torre Annunziata accusato di tentata estorsione. Secondo gli inquirenti, l'uomo chiedeva soldi agli automobilisti sul lungomare cittadino

Faceva il parcheggiatore abusivo sul lungomare di Torre Annunziata, finisce nei guai un 48enne. All’uomo, che è accusato dell’ipotesi di reato di tentata estorsione, è stata notificata nella mattinata di ieri l’ordinanza di divieto di dimora nel comune della provincia di Napoli.

L’uomo è accusato di aver passato l’estate scorsa a raccogliere l’obolo degli automobilisti che sostavano nell’area litorale del comune dell’hinterland partenopeo, nello specifico nella zona del Lungomare Marconi, una delle più frequentate della città.

A incastrarlo, oltre alle attività di indagine dei poliziotti del commissariato del posto, sono stati anche alcuni cittadini che hanno segnalato l’attività dell’uomo ai poliziotti anche tramite l’applicazione per smartphone di YouPol, grazie a cui è possibile instaurare un dialogo “diretto” con le forze dell’ordine.

Per il 48enne, dunque, è adesso scattata la misura del divieto di dimora. A cui dovrà attenersi altrimenti rischia l'aggravamento della misura cautelare imposta ai suoi danni.

Tags

Commenti

Commenta anche tu