Via alla "fashion week" dedicata all'uomo Sfilate, mostre e party

Via alla fashion week dedicata all'uomo Sfilate, mostre e party
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
12 Gennaio Gen 2019 9 giorni fa

L'appuntamento più atteso è il Fuorisalone di Superstudio. Vernissage all'Armani Sylos

Il party di GQ con gli uomini «meglio vestiti dell'anno», la festa futuristica di Camera Moda, il cocktail per il lancio del nuovo marchio Be Blumarine, la sfilata di Zegna: ieri sera la moda uomo è tornata ufficialmente a Milano. Con una fashion week concentrata in quattro giorni (e mezzo), che lunedì 14 si chiude in bellezza con una serata speciale al Gucci Hub. Fra 27 sfilate, 16 presentazioni, 18 eventi ufficiali, 52 collezioni per il prossimo autunno/inverno, mostre, debutti, e qualche assenza che non passa inosservata. Giorgio Armani sfilerà a febbraio affiancando l'uomo alla donna, in compenso in calendario ci sono tanti nuovi nomi e qualche ritorno come Richmond (con un nuovo proprietario). Ma la vera tendenza è quella di far sfilare insieme l'uomo e la donna, tanto che lo faranno quasi metà delle sfilate in calendario. Proprio ieri sera ha visto la luce il nuovo marchio (femminile) Be Blumarine con un party e tanti ospiti come Martina Colombari e Gaia Bermani Amaral a sperimentare un percorso sensoriale di luci, colori e suoni. Tutta dedicata all'eleganza maschile invece la serata organizzata da GQ al Teatro Vetra per premiare i 30 italiani meglio vestiti: dallo chef più stellato d'Italia Enrico Bartolini all'alpinista Hervé Barmasse, ma anche Stefano Boeri, Lapo Elkan, Francesco Micheli e molti altri gentlemen (tutti sul numero in edicola), padrone di casa il neodirettore Giovanni Audiffredi. E ieri si è aperta anche la nuova mostra all'Armani Silos dedicata al fotografo Charles Fréger. Intitolata Fabula, la mostra che occupa l'intero piano terra dello spazio di via Bergognone, attraverso 250 immagini documenta una ricerca antropologica sui codici di abbigliamento adottati nel mondo per far parte di un gruppo (fino al 24 marzo). Da stamattina parte la maratona di sfilate e presentazioni con nomi come Frankie Morello, Versace e Neil Barrett, che stasera festeggia il suo 20esimo anniversario con una grande festa al Ceresio 7. Ma per i milanesi l'appuntamento più atteso del weekend è quello con il fuorisalone della moda: il White Street Market che invade il Superstudio Più di via Tortona 27, è aperto a tutti e ci proietta nell'atmosfera della design week. Da oggi a lunedì, al White sono attese migliaia di persone, che potranno vedere le collezioni dei marchi più innovativi, acquistare edizioni speciali di brand come New Balance e Timberland (che per l'occasione reinterpreta il mitico scarponcino giallo) nei negozi pop up, vedere i documentari e i corti del Fashion Film Festival, seguire decine di dibattiti dedicati a cultura e moda, conoscere tanti brand emergenti. E, ancora, assistere a spettacoli ed eventi come quello di un gruppo di skater di New York, squadra tutta al femminile che oggi alle 14 si cimenta in questo sport urbano prettamente maschile.

E mentre a Palazzo Morando si possono vedere gli abiti da star di Rosanna Schiaffino, protagonista del nostro cinema negli anni '70, il Quadrilatero e le vie del centro si accendono con cocktail e dj set, da quello di Iceberg in via Verri fino a quello di Technogym che oggi e lunedì 14 apre al pubblico per un'esperienza che richiama le falcate in passerella. A chiudere la settimana, un evento firmato Gucci, che apre il Gucci Hub di via Mecenate per lo spettacolo dei Motus «Mdlsx» con l'attrice Silvia Calderoni.

Commenti

Commenta anche tu