Hirscher firma la classica dei giganti

Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
13 Gennaio Gen 2019 4 giorni fa

L'Italia si consola con biathlon (Vittozzi 1ª) e pattini (Lollobrigida 3ª)

Lucia Galli

Sulla ruota di Adelboden Marcel Hirscher fa 66 e si prende il Maracanà del gigante, davanti ai 25 mila della pista Chuonisbaergli, assiepati fra il sole e un banco di nebbia che allunga i tempi. La sfida è serrata e a metà gara comandano i soliti noti, un po' rimescolati: Henrik Kristoffersen su Hirscher e Alexis Pinturault che però, alla ripresa, cede la terza piazza al 38enne connazionale Thomas Fanarà, a 104. La lotta torna alla premiata ditta dei pali: Marcel contro Henrik. Prevale, ca va sans dire, l'austriaco con una prova muscolare che semina di 71/100 il norvegese. Gli italiani non convincono: miglior azzurro chiude Luca De Aliprandini, 13° a 360. Oggi il testimone passa allo slalom (dirette Tv 10.30 e 13.30).

Brutta giornata anche nel fondo azzurro con Federico Pellegrino, retrocesso all'ultimo posto dalla giuria, nella sprint di Dresda, per aver ostacolato con il bastoncino il francese Gros. «Aspetto di leggere le motivazioni», taglia corto il campione.

Se i nostri signori della neve tentennano, sono invece le signore dell'inverno a tenere alto l'azzurro con la carabina di Lisa Vittozzi e il fil di lama di Francesca Lollobrigida. Nella gara ad inseguimento di biathlon, ad Oberhof, Vittozzi va a prendersi la seconda vittoria in carriera, a pochi giorni dal primo sigillo, con un quinto posto per la compagna Dotothea Wierer. «Due vittorie non fanno una stagione: devo restare calma e positiva», dice la sappadina, prima azzurra a vincere in questo format. Agli Europei di pattinaggio pista lunga, infiamma l'ovale di Collalbo sul Renon la Lollo del ghiaccio che centra un bronzo storico in 50 anni è il primo podio azzurro -, costruito con tattica e pazienza, grazie al secondo tempo nei 1500 metri e ai due terzi posti nelle altre distanze.

Intanto scaldano i motori le donne del circo bianco: martedì tocca al gigante sulla Erta di Plan de Corones con Federica Brignone & Co a caccia di un risultato. Venerdì, poi, tutti a Cortina per due discese e un superG dove si rivedrà, al debutto in stagione, anche Lady D'Ampezzo, Lindsey Vonn, a meno 4 vittorie dalla sua personale battaglia per eguagliare Ingemar Stenmark.

Commenti

Commenta anche tu