Inps, Boeri fino a fine mandato. Poi commissario e nuovo Cda

Inps, Boeri fino a fine mandato. Poi commissario e nuovo Cda
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
13 Gennaio Gen 2019 13 gennaio 2019

La poltrona di Tito Boeri non subirà stravolgimenti fino alla fine del suo mandato da presidente dell'Inps. Poi commissariamento e nuovo Cda

La poltrona di Tito Boeri non subirà stravolgimenti fino alla fine del suo mandato da presidente dell'Inps. Come riporta l'Adnkronos, il numero uno dell'istituto di previdenza sociale di fatto resterà al suo posto fino a metà febbraio. Come è noto il governo sta studiando un piano per cambiare in modo radicale la governance dell'Inps con l'introduzione di un Consiglio di Amministrazione. Di fatto Boeri non entrerà in prorogatio per altri 45 giorni dal momento in cui scadrà il suo mandato.

Il presidente dell'Inps infatti cesserà la sua attività il prossimo 16 febbraio. Dopo l'uscita di scena di Boeri arriverà un commissario nell'attesa che venga completato il nuovo Consiglio di Amministrazione. La scelta sul futuro dell'Inps è comunque una delle più delicate dell'esecutivo. L'istituto di previdenza sociale infatti dovrà occuparsi dei due pilastri della manovra appena varata e che sarà completata dal decreto atteso in Cdm questa settimana con Quota 100 e il reddito di cittadinanza. La governance dell'Inps avrà dunque un ruolo chiave nella gestione dei due provvedimenti su cui di fatto il governo si gioca tutto...

Tags

Commenti

Commenta anche tu