Ecco il "capolinea" di Battisti. Il carcere dove sconta la pena

Ecco il capolinea di Battisti. Il carcere dove sconta la pena
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
14 Gennaio Gen 2019 7 giorni fa

L'ex terrorista dei Pac sconterà la sua pena nella casa circondariale "Salvatore Soro" di Oristano. Con lui altri 262 detenuti

Cesare Battisti è in Italia. Adesso dovrà scontare (finalmente) nel nostro Paese l'ergastolo. Il terrorista dei Pac dopo l'arrivo a Ciampino è stato immediatamente trasferito per motivi di sicurezza al carcere di Oristano in Sardegna. Si tratta di un carcere inaugurato nel 2012 con una capienza di almeno 266 posti. Di questi, come riporta ilCorriere, almeno 262 sono già occupati.

Da oggi posti liberi sono solo 3, uno infatti verrà occupato da Battisti. La casa circondariale è costituita da circa 5 sezioni, ognuna di fatto ha 20 celle dove sono reclusi 2-3 detenuti. Ogni cella ha doccia e angolo cottura. Il carcere di fatto funziona sostanzialmente come struttura di massima sicurezza e questo regime di detenzione riguarda vgià l'85 per cento dei detenuti. Nel carcere "Salvatore Soro" di Oristano però nessuno dei detenuti è sottoposto al regime di carcere duro.

All'interno della casa circondariale non ci sono nemmeno collaboratori di giustizia. Tra i detenuti del carcere si ricorda la presenza di Massimo Carminati, trasferito nella struttura di Tolmezzo a Udine e poi in un carcere in provincia di Parma. Di fatto nei primi sette anni di vita del carcere nessuno dei detenuti reclusi ha tentato l'evasione. Tra gli episodi più cruenti che si sono consumati al suo interno un caso di stupro di gruppo su una giovane condannato per spaccio. Nella struttura sono previste anche attività di studio e lavoro. Ma solo 67 detenuti partecipano a questo genere di attività. Di certo adesso battisti avrà tutto il tempo per dedicarsi alle letture che ha trascurato nel corso delle sua (lunga) fuga.

Commenti

Commenta anche tu