Consumo cannabis tra gli adolescenti: allarme salute

Consumo cannabis tra gli adolescenti: allarme salute
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
21 Gennaio Gen 2019 21 gennaio 2019

Una recente ricerca pubblicata sul Journal of Neuroscience rivela che un solo spinello è in grado di modificare alcune zone del cervello di un adolescente. Queste sono le zone della memoria, delle emozioni e dell’apprendimento

Fumare un solo spinello è in grado di modificare alcune zone del cervello negli adolescenti. A rivelarlo è uno studio approfondito che è stato pubblicato di recente sul Journal of Neuroscience.

Lo studio in questione ha alla base un’indagine condotta su un numero di 46 ragazzini e ragazzine provenienti da diverse nazioni come Francia, Germania, Irlanda, Inghilterra dove il consumo di cannabis è molto diffuso sin dall’adolescenza. I ragazzini coinvolti nell’indagine hanno dichiarato espressamente di aver fumato cannabis una o al massimo due volte in tutta la loro breve vita.

Da questa indagine è emerso che in seguito al consumo di cannabis alcune zone del loro cervello hanno subito delle rilevanti mutazioni in alcune zone specifiche e ben definite. Queste zone che si sono modificate riguardano l’elaborazione delle emozioni, l'apprendimento e la formazione della memoria. Sono importantissime nella loro fase esistenziale.

L’obiettivo dello studio è stato capire se effettivamente fumare nella propria vita anche solo uno spinello produca degli effetti alla nostra salute, in particolare al nostro stato neurologico e psicologico. È questa una curiosità molto diffusa nel mondo scientifico e non solo.

Durante l’indagine i ricercatori sono anche rimasti sorpresi quando hanno notato un allargamento della materia grigia nel cervello dei ragazzini esaminati. Questa nuova rivelazione contraddice i risultati raccolti consente di elaborare un’interpretazione nuova. In genere, all'età di 14 anni, le regioni corticali del cervello stanno attraversando un processo di assottigliamento. Questo processo rende il cervello e le sue connessioni più efficienti. L'uso di cannabis distrugge questo processo di assottigliamento e comporta un conseguente aumento dei volumi e un allargamento della materia grigia. Un'altra possibilità da approfondire è che l'uso di cannabis possa determinare una crescita dei neuroni e potenziare le loro continue connessioni.

Tags

Commenti

Commenta anche tu