Revocato premio al sex toy: "Quel vibratore è osceno e offende tutte le donne"

Revocato premio al sex toy: Quel vibratore è osceno e offende tutte le donne
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
21 Gennaio Gen 2019 21 gennaio 2019

Il vibratore femminile ideato da una startup è salito e poi sceso dal podio dell’International Consumer Electronics Show

Premiato e poi rinnegato. È quanto accaduto al vibratore femminile "Osé", ideato dalla startup Lora DiCarlo, salito e poi immediatamente sceso dal dell'International Consumer Electronics Show in un lampo, perché travolto da un mare di polemiche sessiste. Il sex toy della discordia è stato prodotto negli Stati Uniti da un team di donne che lo descrive essere un dispositivo in grado di "riprodurre tutte le sensazioni, per un'esperienza che sembra proprio come quella con un vero partner".

Ma "Osé" è stato bocciato dalla Consumer Technology Association (Cta) che ogni anno organizza la fiera dell'elettronica intenazionale: già, il vibratore è stato squalificato senza appello perché considerato "immorale, osceno, indecente, profano o non in linea con l'immagine". Il dispositivo, ha spiegato ancora la Cta, "non avrebbe dovuto essere accettato per l'Innovation Awards Program" poiché "non rientra in alcuna delle categorie esistenti di prodotti".

Lora Haddock, fondatrice e ceo della Lora DiCarlo, ha definito "ridicola e offensiva" la decisione contro il suo prodotto, chiedendo la restituzione del premio: le schermaglie sono solo iniziate.

Tags

Commenti

Commenta anche tu