Rinvenute ossa umane vicino ai binari nel Salernitano

Rinvenute ossa umane vicino ai binari nel Salernitano
Inside Over
5 Febbraio Feb 2019 05 febbraio 2019

La scoperta di alcuni operai a Castel San Giorgio, i rilievi dei carabinieri per dare un nome ai resti. Si teme possa trattarsi di una 73enne scomparsa nel 2016

Inquietante scoperta a Castel San Giorgio, in provincia di Salerno: rinvenute ossa umane nei pressi dei binari. Si teme che si tratti dei resti di una 73enne scomparsa nel settembre del 2016.

I fatti si sono verificati nella giornata di ieri. Come riporta Il Mattino, sono stati alcuni operai, impegnati in lavori di scavo, hanno portato alla luce i resti che riposavano in un terreno adiacente alla linea ferroviaria. I lavoratori, sorpresi, hanno immediatamente interrotto le operazioni e allertato i carabinieri del posto.

I militari, insieme ai colleghi dei reparti di investigazioni scientifiche, sono giunti nell’area e hanno proceduto a tutti i rilievi del caso. Hanno stabilito che quelle ossa era umane e hanno ritrovato un teschio, parte della cassa toracica ed altri frammenti ossei. Inoltre sarebbero stati ritrovati anche alcuni pezzi di tessuto. Contestualmente è stata aperta un’inchiesta dai magistrati della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, nel Salernitano.

Saranno le indagini, ora, a dover dare un nome ai resti umani ritrovati a Castel San Giorgio. Non si esclude che possano appartenere a Caterina Perozziello, una donna del posto, di 73 anni che risulta scomparsa dal 17 settembre del 2016.

Tags

Commenti

Commenta anche tu