Carne, come conservarla al meglio

Carne, come conservarla al meglio
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
6 Febbraio Feb 2019 06 febbraio 2019

Alcuni consigli utili per conservare la carne, nella giornata simbolo contro gli sprechi alimentari: ecco le cinque regole da seguire per conservarla al meglio e più a lungo

Oggi è la giornata mondiale contro lo spreco alimentare. Così Carni Sostenibili - progetto che unisce varie associazioni di categoria - diffonde una serie di consigli utili su come conservare al meglio e più a lungo la carne, dato che questo alimento incide per il 5% sugli sprechi complessivi, come riporta Adnkronos.

Le prime due regole, se si vuole mangiare la carne nel miglior modo possibile, consistono nel tenerla al fresco e non interrompere mai la catena del freddo. Questo significa recarsi al supermercato o dal macellaio con una borsa termica, dove riporre il prodotto prima di tornare a casa, e una volta nella propria dimora sistemarlo in frigo se la carne va consumata al più presto - sul ripiano più vicino al congelatore - oppure un freezer se la si vuole conservare. La temperatura ottimale è entro i 4°C per il frigorifero e al di sotto del meno 18°C per il freezer. Prima di metterla in frigo, la carne andrebbe appoggiata su un piatto e coperta con pellicola trasparente.

Inoltre - e questa è la terza regola - le carni hanno diversi tempi di conservazione: per quella rossa sono di 3-5 giorni, un giorno o due al massimo se macinata, mentre la carne bianca deve essere consumata entro un paio di giorni. Non c'è problema invece per salumi e insaccati, soprattutto se sono acquistati in vaschette sigillate. Le carni possono conservarsi in frigo per un periodo massimo di 3-5 mesi, in base a tipologia, pezzatura ed efficienza dell'elettrodomestico.

La quarta regola prescrive la scelta giusta del taglio. Per i pezzi interi, come il roast-beef, il tempo ottimale di conservazione è entro 4 giorni, ma per le fettine si scende a 2 - mentre hamburger e macinato vanno consumati in giornata. L'ultima regola riguarda il congelare questo alimento diviso in porzioni, meglio se sottovuoto o comunque senza l'aria che si potrebbe formare nei sacchetti frigo. Lo scongelamento è meglio avvenga in frigo, o in microonde ma solo se la carne deve essere consumata subito. Dopo lo scongelamento, la carne va cotta in giornata.

Tags

Commenti

Commenta anche tu