La Nasa accelera i piani per tornare sulla Luna: "Stavolta per rimanerci"

La Nasa accelera i piani per tornare sulla Luna: Stavolta per rimanerci
Inside Over
15 Febbraio Feb 2019 15 febbraio 2019

Jim Bridenstine ha annunciato la volontà di tornare sulla Luna il prima possibile, l'idea è quello di farlo entro il 2028

La Nasa ha deciso di accelerare i tempi per raggiungere la Luna di nuovo. L'idea è quella di riuscire ad inviare sul nostro satellite gli astronavi entro il 2028: "È importante tornare sulla Luna il prima possibile", ha detto Jim Bridenstine, amministratore della Nasa.

Ma l'obbiettivo non è solo quello di tornare a saltellare sul suolo lunare: "Questa volta non lasceremo solo bandiere e impronte per poi ritornarvi dopo 50 anni". Questa volta l'idea è quella di "rimanerci". Infatti, ha dichiarato Bridenstine, "quello che stiamo cercando di fare è rendere sostenibile che gli umani possano andare e venire", un'obiettivo diverso rispetto a quelli degli altri Paesi del mondo e molto più ambizioso.

L'ultima persona ad aver calpestato il suolo del saletellite era stato, nel dicembre 1972, Eugene Cernan, che aveva partecipato alla missione Apollo 17. Prima di mandare altri esseri umani, la Nasa intende mandare una sonda spaziale entro il 2024, per la cui costruzione si è affidata al settore privato: i costruttori possono, infatti, presentare i propri progetti fino al prossimo 25 marzo.

Tags

Commenti

Commenta anche tu