Semi di chia. Proprietà e benefici di questa antichissima pianta

Semi di chia. Proprietà e benefici di questa antichissima pianta
Inside Over
18 Febbraio Feb 2019 18 febbraio 2019

Sono ricchi di sostanze preziose per la nostra salute. Combattono colesterolo, stipsi, diabete e sovrappeso

I semi di chia sono molto importanti per la nostra salute. Contengono infatti numerose sostanze preziose per il nostro organismo. Quali vitamine, fibre, antiossidanti, enzimi e molte altre. Ottimi per la lotta al colesterolo, hanno un contenuto elevato di Omega3. Questi ultimi agiscono sull’umore, aiutando a contrastare la depressione lieve, contribuiscono a potenziare le funzioni cerebrali e a prevenire il morbo di Alzheimer. Molto utili per la salute dell’intestino e del sistema nervoso, questi piccolissimi semi scuri vengono ricavati da una pianta conosciuta con il nome di Salvia Hispanica. Da sempre coltivata in Messico e Guatemala, i suoi semi sono utilizzati da millenni dai popoli del centro e sud America, in particolare dagli Atzechi, e da pochi anni hanno fatto la loro entrata nei nostri supermercati. Il significato della parola atzeca chia è “forza”, proprio a sottolineare le innumerevoli proprietà che le vengono attribuite.

I semi hanno un alto contenuto di calcio, selenio, magnesio, zinco, ferro e potassio, senza dimenticare la vitamina C e gli acidi grassi essenziali, omega3 e omega6. 100 grammi di prodotto apportano 434 kcalorie. Molto utilizzati per pulire l’intestino, non vanno però assunti in grandi quantità, anche per la loro azione lassativa. Ottimi per chi segue una dieta perché molto nutritivi e sazianti, allo stesso tempo hanno la capacità di assorbire i liquidi. Proteggono le pareti dello stomaco e facilitano la digestione, grazie alla loro azione antinfiammatoria della mucosa gastrica. Inoltre aiutano il sistema nervoso e contrastano i sintomi dati da possibili infezioni batteriche.

Anche dal punto di vista estetico sono una vera e propria panacea, rafforzano capelli e unghie, combattono i radicali liberi che causano l’invecchiamento e allo stesso tempo contrastano le rughe e le macchie scure dell’epidermide. Essendo privi di glutine, possono essere usati anche dai celiaci. Infine sono un ottimo aiuto per le donne in gravidanza, sia contro la stipsi, molto comune durante la gestazione, sia per gli omega3 contenuti, l’acido folico e il ferro, fondamentali per lo sviluppo del bambino. Il gusto di questi piccoli semi è molto simile a quello delle nocciole. Sono perfetti in cucina abbinati allo yogurt, alle zuppe, minestroni, insalate, o anche in aggiunta agli ingredienti base di torte o biscotti. Un tempo erano reperibili solo in erboristeria o in particolari negozi alimentari biologici, adesso li si possono trovare anche al supermercato.

Tags

Commenti

Commenta anche tu