Fisco, scattano controlli per i capitali rientrati

Fisco, scattano controlli per i capitali rientrati
Inside Over
22 Febbraio Feb 2019 22 febbraio 2019

La Guardia di Finanza e l'Agenzia delle Entrate provano a stringere il cerchio sul rientro dei capitali esteri. L'operazione sulle banche estere

La Guardia di Finanza e l'Agenzia delle Entrate provano a stringere il cerchio sul rientro dei capitali esteri. Di fatto gli organi di controllo hanno inviato una serie di questionari alle abnche svizzere per ottenere informazioni sui capitali detenuti illegalmente all'estero. E i banchieri svizzeri hanno deciso, come riporta Italia Oggi, di rimandare al mittente le richieste della Guardia di Finanza e dell'Agenzia delle Entrate. Qualche tempo fa era stato il capo della prcura di Milano, Francesco Greco ad annunciare un'operazione sulle banche estere. L'operazione è così scattata con richieste agli istituti di Svizzera, Monaco e Liechtenstein da parte del Fisco italiano. Le richieste da parte delle Entrate e delle Fiamme Gialle partono dalle domande di voulontary disclousure presentate da diversi contribuenti.

Nella documentazione che hanno inviato sono stati segnalati finanziamenti all'estero. Le Entrate ora vogliono vederci chiaro e soprattutto vogliono verificare se le banche estere hanno versato la ritenuta del 12,50 per cento sui finanziamenti esteri. Qui scatterebbe la morosità da parte di alcuni istituti nei confronti del Fisco di casa nostra. Insomma a quanto pare le Entrete e la Gdf stanno dando il via ad una maxi operazione che mette nel mirino proprio gli istuti di credito. Non è infatti esclusa l'ipotesi che possano scattare sanzioni proprio per le banche che avrebbero violato le regole.

Tags

Commenti

Commenta anche tu