Pelle stressata? Ecco le regole per contrastarla

Pelle stressata? Ecco le regole per contrastarla
Inside Over
23 Febbraio Feb 2019 23 febbraio 2019

La pelle è costituita da un ecosistema di batteri buoni che la preservano dalle aggressioni esterne e dallo stress. Il nuovo trend cosmetico sono le creme a base di probiotici. Ecco i nostri consigli per una pelle meno stressata

La pelle ne risente inevitabilmente delle nostre giornate stressanti, frenetiche e della mancanza di sonno e riposo.

Spesso la pelle a causa dello stress risulta essere spenta, opaca e poco elastica. La pelle ha un suo ecosistema di batteri buoni che necessita di essere protetto. Noi siamo responsabili di molti errori con scelte alimentari e cure sbagliate. Una soluzione c’è ed è un nuovo trend: usare i probiotici come creme da spalmare direttamente sulla pelle.

In realtà queste sostanze non sono nuove perché la loro scoperta risale agli anni Novanta. La versione cosmetica dei probiotici contiene zuccheri e fibre naturali, ricavate per sintesi enzimatica. Essi proteggono l’integrità della flora cutanea migliorandola e rafforzandola in caso di attacchi esterni come polvere, inquinamento e stress.

La nuova frontiera della cosmesi è proprio l’impiego di ingredienti che proteggono la comunità di batteri buoni e il microbiota cutaneo. Se la barriera della pelle fatta di batteri buoni è danneggiata, stressata e irritata si perde l’equilibrio naturale e si fa incontro a numerose infiammazioni.

Per contrastare la pelle stressata ecco le principali regole da seguire:

1. Attenzione a detergenti e trattamenti aggressivi: alcuni trattamenti di bellezza possono rivelarsi nocivi per la pelle sensibile. È preferibile utilizzare prodotti specifici dall’effetto lenitivo e nutriente. Fate attenzione ai detergenti schiumogeni contenenti tensioattivi e ai prodotti con alcool. I loro ingredienti astringenti essiccano la barriera protettiva della pelle rendendola maggiormente sensibile alle irritazioni;

2. No agli shock termici: gli sbalzi possono danneggiare la struttura cutanea causando rossore ed irritazione diffusi. Evitate ambienti troppo secchi e caldi o al contrario troppo rigidi e freddi;

3. Proteggere la pelle dal sole: proteggetevi dai raggi UV che causano un aumento uno stato di infiammazione anche in inverno. Usate sempre una crema con un fattore protettivo adeguato al vostro fototipo;

5. Si agli alimenti con omega 3: via libera a salmone, pesce azzurro, semi di lino e noci. Sono alimenti ricchi di omega 3 che aiutano a contrastare l’infiammazione e a mantenere sana la barriera cutanea;

6. Scegliere probiotici a tavola: gli alimenti ricchi di fibra forniscono un’alta concentrazione di probiotici che aiutano a mantenere attivo il sistema immunitario e quindi a proteggere la pelle dalle aggressioni. Mangiate porro, cipolla, avena e mela;

8. Al bando l’alcol: da evitare le bevande alcoliche perché causano una dannosa vasodilatazione localizzata sulla pelle.

Tags

Commenti

Commenta anche tu