Roma, molesta ragazza e aggredisce militari: romeno arrestato e subito liberato

Roma, molesta ragazza e aggredisce militari: romeno arrestato e subito liberato
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
27 Febbraio Feb 2019 23 giorni fa

La scorsa domenica, un romeno di 38 anni ha molestato una ragazza che viaggiava nella Metro A di Roma e, poi, ha aggredito i militari che lo avevano fermato. Processato per direttissima, l’uomo è stato condannato a quattro mesi di reclusione con pena sospesa

Prima ha molestato una ragazza che viaggiava su un treno della Metro A di Roma e, poi, ha aggredito i militari intervenuti per fermarlo.

Il nuovo caso di violenza si è verificato la scorsa domenica all’altezza della fermata di San Giovanni quando un 38enne romeno si è avvicinato ad una coppia e, approfittando della ressa nel vagone, ha iniziato a proferire pesanti apprezzamenti sulla ragazza.

I due, a quel punto, si sono rivolti agli uomini dell'11° reggimento bersaglieri del Raggruppamento Lazio Abruzzo a guida Brigata “Sassari”, in servizio in quella stazione, raccontando quanto appena accaduto.

I militari, così, sono intervenuti e, dopo aver raggiunto lo straniero, gli hanno chiesto i documenti per identificarlo. L’uomo, però, invece di collaborare ha aggredito i soldati provando, poi, a fuggire.

Un tentativo inutile, questo, perché l’immigrato è stato subito bloccato dai bersaglieri che lo hanno consegnato agli agenti della polizia di Stato che, nel frattempo, erano giunti in stazione. Le forze dell'ordine, prelevato il 38enne, lo hanno condotto al commissariato San Giovanni per procedere con i controlli di rito.

Dopo gli accertamenti, il romeno è stato arrestato con l’accusa di resistenza a Pubblico ufficiale. Per lui i guai non erano finiti lì. Anche i militari che prestavano servizio nella metro di Roma, infatti, hanno sporto denuncia per l'aggressione subita.

Lo straniero è rimasto in custodia cautelare fino a ieri quando si è svolto il rito direttissimo. Il giudice ha deciso di condannarlo a quattro mesi di reclusione con pena sospesa. L'uomo, così, è stato rimesso in libertà.

Tags

Commenti

Commenta anche tu