La frutta secca come elisir di lunga vita

La frutta secca come elisir di lunga vita
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
28 Febbraio Feb 2019 22 giorni fa

La frutta secca è una fonte preziosa di vitamine e sali minerali. Consigliata dai nutrizionisti come valido “spezzafame”. È considerata un elisir di lunga vita e giovinezza perché contrasta le malattie cardiovascolari e il rischio di ammalarsi di cancro

La frutta secca è una vera e propria miniera di vitamine e oligoelementi che fanno bene alla nostra salute.

Numerosi nutrizionisti consigliano di integrare la nostra alimentazione con il consumo giornaliero di mandorle, noci, pistacchi, nocciole. La frutta secca può diventare un prezioso “spezzafame” da consumare prima di pranzo o cena, come spuntino in ufficio.

Ricca di vitamine A, E, C, K, diventa un elisir di lunga vita. Molteplici sono i suoi effetti miracolosi. Uno studio canadese ha dimostrato che il consumo regolare di frutta secca riduce del 29% il rischio di malattie cardiovascolari e dell’11% la possibilità di ammalarsi di cancro.

La dose giornaliera consigliata dai nutrizionisti è di circa 30 grammi perché è soprattutto fatta di grassi. 100 grammi di frutta secca, infatti, contiene circa 500/ 700 calorie.

Ecco i principali benefici che ci convinceranno a far diventare la frutta secca il nostro spuntino preferito:

1) Ha un’azione anticancro: la frutta secca è ricca di fibre che agiscono come antiossidanti per le cellule del nostro organismo;

2) Fonte di omega 3 e omega 6: questi due acidi preziosi presenti in maggiore quantità nelle noci, agiscono efficacemente nel contrastare il colesterolo cattivo. Utile per la prevenzione degli ictus e le malattie cardiache;

3) Fonte di energia: soprattutto durante i mesi estivi e se si svolge un’intensa attività sportiva, la frutta secca ricarica di energia l’organismo fornendo tutti i sali minerali che si disperdono inevitabilmente con la sudorazione; 4) Stimola l’abbronzatura: mandorle, noci, pistacchi e nocciole aiutano il corpo a produrre più melanina;

5) Regolarizza la funzione intestinale: grazie al suo grande apporto di fibre, la frutta secca aiuta a combattere la stipsi;

6) Riduce lo sviluppo del diabete: ricca di magnesio, la frutta secca fa bene in caso di insulino-resistenza. Agisce come rallentatore nello sviluppo del diabete;

7) Previene la depressione pre- mestruale; soprattutto il pistacchio apporta buone consistenti quantità di vitamina B6 che contrasta gli sbalzi d’umore e la fame nervosa, tipica dei giorni che precedono l’arrivo del ciclo mestruale; 8) Fonte di calcio: le mandorle contrastano l’osteoporosi perché ricche di calcio. Indicate per chi segue una dieta vegana o per chi è intollerante a latte e derivati.

Tags

Commenti

Commenta anche tu