Quei piccoli segni che ci salvano la vita

Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
28 Febbraio Feb 2019 23 giorni fa

Dai capelli bianchi alle macchie sulla pelle: non bisogna sottovalutare gli allarmi del nostro corpo

Diana Alfieri

Sono piccoli segnali. Si manifestano piano piano e sono apparentemente innocui. Eppure, spesso, dietro ad essi si nascondono patologie che, prese per tempo possono essere sconfitte. Basta stare attenti: pelle, capelli e occhi possono dirci tanto se li osserviamo con attenzione. Per questo è fondamentale tenere sotto osservazione ogni cambiamento del corpo.

CAPELLI BIANCHI

I capelli bianchi sono considerati uno dei primi segni dell'età: infatti compaiono a partire dai 40 anni, a seconda del tipo di capelli e dai fattori genetici. Tuttavia, esistono alcuni casi nei quali si presentano prematuramente, addirittura a vent'anni. Se non si tratta di familiarità, c'è un alto rischio di sviluppare patologie, come il diabete o la vitiligine. In casi minori i capelli bianchi possono essere il segnale di alterazioni tiroidee, anemia o carenza di nutrienti.

MACCHIE SULLA PELLE

Con l'avanzare dell'età, la pelle soffre gli effetti dei raggi UV e dell'inquinamento che provocano rughe premature e macchie solitamente benigne (quelle di colore scuro dipendono dai cambiamenti ormonali e dalla frequente esposizione alle tossine). Bisogna prendersi particolare cura delle macchie conosciute come cheratosi, prodotte dagli effetti negativi del sole, avvertimenti precoci di cancro alla pelle. Se le macchie diventano scure all'improvviso, se i nei subiscono dei cambiamenti o diventano rossi, bisogna rivolgersi al medico.

CAPELLI DEBOLI

I capelli deboli sono il risultato della mancanza di cure e nutrizione. Doppie punte e cuoio capelluto secco indicano spesso l'uso eccessivo di prodotto chimici e apparecchi a calore. Se la situazione non migliora dopo avere fatto ricorso a trattamenti indicati, è consigliabile consultare il medico, perché potrebbe trattarsi di carenze nutritive, anemia ma anche pressione alta, colesterolo, disturbi tiroidei o micosi.

PUNTI NERI E ACNE

Molti i fattori influiscono sulla comparsa di punti neri e brufoli. L'eccessiva produzione di grasso e i pori dilatati sono le cause più comuni. Ma a volte sono segnali di stress, squilibri ormonali o dell'uso eccessivo di prodotti chimici inappropriati.

SOPRACCIGLIA CORTE

Perdere i peli che formano le sopracciglia non è solo un problema estetico. Se diventano troppo fini e cadono giorno dopo giorno, potrebbe essere il sintomo di ipotiroidismo. Questa malattia infatti causa l'indebolimento dei capelli e può essere accompagnata da altri sintomi, come l'aumento di peso, la fatica o unghie deboli. Altre cause sono: dermatiti, carenze alimentari e alcune forme di alopecia.

VISO ARROSSATO

Si chiama rosacea e colpisce tra i 30 e i 35 anni. La costante esposizione al sole, lo stress e un uso costante di cibi piccanti portano i vasi sanguigni a dilatarsi. Per quanto si tratti di sintomi molto comuni, sono utili per identificare alcune malattie nelle loro fasi iniziali come dermatite, eritema, ipertensione. Esiste poi una combinazione di fattori ereditari, ambientali, psicologici e immunologici che provocano l'insorgenza di questo disturbo. In alcuni casi può compromettere la salute oculare.

Commenti

Commenta anche tu