Come il carico mentale nelle donne rallenta la carriera

 Come il carico mentale nelle donne rallenta la carriera
Inside Over
4 Marzo Mar 2019 04 marzo 2019

Le donne hanno agende ricche di impegni, doveri e responsabilità sia in ambito familiare che lavorativo. Il loro carico mentale legato agli impegni familiari genera stress che a lungo andare può far involvere la propria carriera

Le donne moderne sono sempre più multitasking. Esse vantano agende ricche di impegni, attività da svolgere sia in famiglia che al lavoro. Sono caratterizzate da un consistente “carico mentale ”.

Ogni giorno una donna deve fare i conti con incombenze come la spesa, le bollette da pagare, i bambini da segnare in piscina, l’appuntamento dal medico per i richiami del vaccino, l’organizzazione delle vacanze. A tutto ciò si aggiungono i doveri, le responsabilità e gli impegni lavorativi.

A lungo andare il carico mentale può influire negativamente sull’andamento della carriera di una donna. È ciò che ha dimostrato la coach Marie Laure Monneret nel suo ultimo libro dal significativo libro “Devo dirti sempre tutto”, edito da De Agostini. In esso viene definito efficacemente il significato di carico mentale inteso come tutto quel lavoro invisibile che permette di far funzionare efficacemente la vita quotidiana di una famiglia, e che molto spesso ricade interamente sulle donne.

In questo interessante libro viene rappresentato uno spaccato di vita della donna moderna che piena di responsabilità e preoccupazioni di tipo familiare rischia di far rallentare l’evoluzione la sua vita professionale e addirittura di rinunciare ad essa. Il carico mentale è fonte di stress e non consente di sviluppare concentrazione, lucidità mentale, memoria, capacità di problem solving, risorse utili per progettare al meglio il proprio lavoro. La donna è sia una manager familiare che una donna in carriera. Conciliare entrambi i ruoli a volte può essere difficoltoso.

La donna ha la capacità innata di occuparsi di tante attività in contemporanea e per fare ciò investe il doppio delle energie psichiche ed emotive di un uomo. Il carico mentale è la testimonianza di come ci sia ancora una disparità tra uomo e donna in ambito professionale. In un’azienda è raro assistere ad un episodio in cui durante una riunione di lavoro l’uomo è costretto ad allontanarsi per far fronte ad un’improvvisa incombenza familiare.

Secondo la ricercatrice e coach Marie Laure Monneret il carico mentale sbarra la soglia di avanzamento e limita la parità ai livelli più alt da parte delle donne. Solo quando all’interno della famiglia si assisterà ad una reale e concreta suddivisione equa dei compiti da eseguire si potrà parlare di una vera e propria parità tra i due sessi. Bisogna anche abituarsi all’idea di delegare al partner alcune responsabilità al fine di progettare efficacemente il proprio piano d’azione giornaliero.

Tags

Commenti

Commenta anche tu