La svolta di Zuckerberg: ​"Più privacy su Facebook"

La svolta di Zuckerberg: ​Più privacy su Facebook
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
7 Marzo Mar 2019 18 giorni fa

Dopo un determinato periodo, i contenuti condivisi verranno cancellati. Annunciata anche l'integrazione tra Messanger, Instagram e Whatsapp

Mark Zuckerberg ha annunciato una doppia rivoluzione: per Facebook verrà messa in atto una svolta sulla privacy e, in più, le app di messaggistica saranno integrate tra loro. L'idea è quella di garantire la massima privacy agli utenti, aumentando la sicurezza e la protezione dei dati personali. Zuckerberg ha annunciato la svolta, specificando che "molte persone non ritengono che Facebook possa o avrebbe mai potuto voler costruire questo genere di piattaforma basata sulla privacy, ma abbiamo mostrato più volte che possiamo evolverci per mettere a punto i servizi che la gente vuole davvero".

Per mettere in atto la nuova "versione" dei social network (con Facebook, saranno rinnovati anche Instagram e Whatsapp) verranno effettuate migliorie in vari campi: in primo luogo, verrà aumentato il conrollo dell'utente sul proprio profilo, che deciderà quali e in che modo condividere contenuti. Inoltre, la crittografia end-to-end impedisce di vedere ciò che le persone si scambiano nelle comunicazioni private: nemmeno ai tecnici di Facebook sarà possibire accedere a tali interazioni. I messaggi e le storie non verranno mantenute nel sistema più a lungo di quanto voglia il singolo utente, così le persone non dovranno più "preoccuparsi che ciò che condividono oggi possa tornare un domani a ferirle". "Ciò significa, spiega Zuckerberg, che le foto pubblicate su Facebook verranno rimosse dopo un determinato periodo a meno che l'utente non desideri archiviarle".

Maggior attenzione anche per quanto riguarda l'interoperabilità: si potrà comunicare integrando i servizi Messanger, Instagram e Whatsapp, così da rendere possibile "l'invio di messaggi ai propri contatti usando qualsiasi dei nostri servizi, e prevediamo di estendere questa interoperabilità anche agli sms".

Una svolta che guarda al futuro, dato che, a detta del papà di Facebook, "la comunicazione si sposterà sempre più su servizi privati e criptati dove le persone possano sentirsi sicure che quello che si dicono l'un l'altro rimanga privato e che i loro messaggi e i loro contenuti non restino in giro per sempre".

Tags

Commenti

Commenta anche tu