"Abbiamo votato M5S e ora vogliamo il reddito di cittadinanza"

Abbiamo votato M5S e ora vogliamo il reddito di cittadinanza
Inside Over
10 Marzo Mar 2019 10 marzo 2019

I rom che vivono nei campi della Capitale prentendono di avere il reddito di cittadinanza: "In famiglia abbiamo votato tutti Di Maio e ci piace molto l’idea di un aiuto a chi non ce la fa", dicono

"Quasi tutti abbiamo votato 5 Stelle. Il reddito di cittadinanza è giusto, noi siamo italiani e abbiamo i requisiti. Quindi ora devono darcelo". È questo il pensiero generale dei rom che vivono nei campi della Capitale.

"Io sono italiana e non ho lavoro solamente perché sono 'zingara'. Mi guardano, capiscono la mia etnia e con qualche imbarazzo spiegano che il posto lo hanno appena assegnato", si giustifica una ragazza intervistata dai colleghi de La Stampa che hanno girato alcuni campi rom per capire come si siano approcciati al nuovo provvedimento del governo gialloverde, a pochi giorni di distanza dalla promessa del vicepremier Di Maio: "Gli uomini del clan Spada non avranno un euro". Una frase che ha messo in allarme i rom capitolini. "Ho votato per Luigi Di Maio ma pensavo fosse diverso", dicono ribadendo sempre lo stesso concetto: "Sono un italiano in difficoltà e per questo voglio il reddito di cittadinanza". E ancora:"Far pagare a una persona il cognome che porta è da razzisti", un po' come Salvini definito "cattivo" perché dice “asfaltiamo i campi rom”. Alcuni, però, credono ancora nel M5S e confessano: "In famiglia abbiamo votato tutti Di Maio e ci piace molto l’idea di un aiuto a chi non ce la fa". Najo Adzovic, presidente dell’associazione 'Nuova Vita' spiega: "Crediamo che il reddito sia uno strumento non solo per aiutare chi è disoccupato, ma anche per responsabilizzare, con diritti e doveri, i nostri giovani che potranno essere inseriti in un percorso di lavoro". Adzovic vede in questo strumento non solo un modo "per aiutare chi è disoccupato, ma anche per responsabilizzare, con diritti e doveri, i nostri giovani che potranno essere inseriti in un percorso di lavoro". La 23enne Zenepa Mehmti che, fino a poco tempo fa, portava bambini del Camping River a scuola, pur avendo fatto richiesta del reddito di cittadinanza, non si fida dei pentastellati e dice: "Ho votato il Pd e ho fatto la scelta giusta. La Lega è un partito razzista e i 5 Stelle si sono alleati con coloro che ci odiano".

Tags

Commenti

Commenta anche tu