Alberto Angela ricorda Sebastiano Tusa: "Mi colpì il suo entusiasmo"

Alberto Angela ricorda Sebastiano Tusa: Mi colpì il suo entusiasmo
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
11 Marzo Mar 2019 11 marzo 2019

L'archeologo siciliano e assessore nella Giunta regionale è tra le 157 vittime del disastro aereo della Ethiopian Airlines. Il ricordo del conduttore Rai

Alberto Angela conosceva Sebastiano Tusa. L'archeologo siciliano e assessore nella Giunta regionale è tra le 157 vittime del disastro aereo della Ethiopian Airlines. Su Repubblica il conduttore Rai parla della sciagura aerea del Boeing: "È una tragedia che ha colpito tutti noi, tutto il mondo della ricerca. La sua scomparsa mi addolora". A questo punto Alberto Angela parla di un episodio, di una espereienza condivisa con lo stesso Tusa: "Avevamo fatto un'immersione insieme alla scoperta di un relitto romano a 35 metri di profondità a Levanzo, nelle Egadi. Mi aveva sempre colpito in lui la grande professionalità, il suo entusiasmo, la sua capacità di organizzare la ricerca e le scoperte".

Infine il conduttore Rai sottolinea tutta l'esperienza e la professionalità dell'archeologo sicilano nel suo lavoro: "Era certamente una delle figure più luminose dell'archeologia: direi che si è spenta una luce. Sono molto vicino ai suoi cari, che sono stati così duramente colpiti da questa tragedia. Ma penso anche a quanto ci mancherà la sua capacità di viaggiare nel passato e anche la sua umanità. Era un persona straordinaria". Tusa nel suo ultimo volo era diretto a Malindi per una conferenza Unesco.

Commenti

Commenta anche tu