Di Maio tesoriere M5s: come cambia il Movimento

Di Maio tesoriere M5s: come cambia il Movimento
Inside Over
11 Marzo Mar 2019 11 marzo 2019

Il Movimento Cinque Stelle cambia pelle. Nel nuovo atto costitutivo dell'associazione Movimento 5 Stelle ci sono alcune modifiche non da poco: i nuovi ruoli

Il Movimento Cinque Stelle cambia pelle. Nel nuovo atto costitutivo dell'associazione Movimento 5 Stelle ci sono alcune modifiche non da poco. Luigi Di Maio e Davide Casaleggio vengono indicati come nuovi soci fondatori. Cambia il ruolo di Beppe Grillo che resta solo "garante". Una figura più defilata e con meno responsabilità all'interno delle vicende pentastellate. Grillo dunque perde le "stellette" da fondatore e dunque il Movimento è sempre di più nelle mani di Casaleggio e Di Maio. Un segnale chiaro che in un certo senso mette anche in minosranza la fronda interna capitanata da Roberto Fico. Di Maio in questo nuovo assetto grillino diventa anche tesoriere.

Nell'atto ci sono anche il Comitato di garanzia e il Collegio dei probiviri: del primo fanno parte il sottosegretario con deleghe all'Editoria, Vito Crimi, l'ex candidato alla presidenza della Regione Siciliana, Gian Carlo Cancelleri, e la consigliera regionale del Lazio, Roberta Lombardi. Mentre il Collegio dei probiviri è costituito dal ministro per i Rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro, dalla presidente della commissione Lavoro del Senato, Nunzia Catalfo, e da Paola Carinelli. Infine una postilla dà le chiavi de Movimento in mano al vicepremier: "Lo stesso Di Maio e Casaleggio conferiscono espresso mandato al capo politico affinché lo stesso possa modificare e/o integrare il presente atto e relativi allegati, senza alternarne il significato sostanziale". Insomma il Movimento cambia pelle e prova a blindare la leadership per evitare le scalate interne. Ma in questo nuovo organigramma c'è un grande assente: Di Battista. Già finita la sua stagione ai piani alti del Movimento?

Tags

Commenti

Commenta anche tu