Squalo morto recuperato nel Napoletano, pesava un quintale

 Squalo morto recuperato nel Napoletano, pesava un quintale
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
11 Marzo Mar 2019 14 giorni fa

La difficile rimozione della carcassa impigliata tra la scogliera, anche per le avverse condizioni meteomarine, è avvenuta grazie alla collaborazione, a titolo gratuito, dei volontari del Centro Subacqueo Sant'Erasmo di Napoli giunti a supporto della Guardia Costiera

A segnalare la presenza di un grosso squalo tra gli scogli della località marina “La Scala”, tra Ercolano e Torre del Greco, nel Napoletano, sono stati alcuni pescatori del luogo. Il pescecane era morto da alcuni giorni e si è reso necessario recuperare la carcassa.

Sul posto, oltre ai militari della Guardia Costiera, un medico veterinario dell’Asl Napoli 3 Sud, il quale ha constatato che l'esemplare, appartenente all'ordine degli squaliformi, della lunghezza di 2 metri e del peso di circa 100 chilogrammi, era deceduto da diverse ore.

La difficile rimozione della carcassa impigliata tra la scogliera, anche per le avverse condizioni meteomarine, è avvenuta grazie alla collaborazione, a titolo gratuito, dei volontari del Centro Subacqueo Sant'Erasmo di Napoli giunti a supporto della Guardia Costiera. In un secondo momento è stato disposto il conferimento all'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici, per la classificazione scientifica e l'esame autoptico e tossicologico.

A gennaio scorso un altro ritrovamento inusuale sulle spiagge napoletane. Sul litorale sabbioso di San Montano, a Lacco Ameno di Ischia, furono ritrovati migliaia di gamberetti morti, fuoriusciti dall’acqua e bloccati sulla battigia.

Commenti

Commenta anche tu