Arriva una nuova tassa da 538 euro a famiglia

Arriva una nuova tassa da 538 euro a famiglia
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
12 Marzo Mar 2019 13 giorni fa

Una tassa che colpisce in le famiglie italiane. Lo spauracchio dell'aumento dell'Iva a partire dall'1 gennaio del 2020: la stangata che può bloccare i consumi

Una tassa che colpisce in le famiglie italiane. Lo spauracchio dell'aumento dell'Iva a partire dall'1 gennaio del 2020. Un incremento delle aliquote sull'imposta del valore aggiunto potrebbe innescare un salasso per le tasche delle famiglie di 538 euro. Si sale poi a 857 euro per imprenditori e liberi professionisti, fino a toccare i 658 euro per le famiglie che vivono in Lombardia o Trentino Alto Adige. Il Sole 24 Ore di fatto ha simulato l'aumento dell'Iva che potrebbe abbattersi sull'economia già dal prossimo anno, provando a tracciare anche le conseguenze in termini economici per le tasche degli italiani. A farne le spese saranno in gran parte i singe e le famiglie più numerose. Soffrirà di più il rincaro chi di fatto spende soprattutto in beni con aliquota al 22 per cento. Tra questi di certo troviamo abbigliamento, calzature, arredamento, bibite e anche vini e liquori.

Resterà invece al riparo dal salasso chi invece acquista beni con aliquota al 4 per cento come ade esempio pane, frutta o verdura. Ma occhio: la calusola di salvaguardia andrà anche a toccare l'aliquota fissata al 10 per cento che riguarda ad esempio carne, pesce, miele e dolciumi. Ma anche lavori in casa, trasporto locale, cinema o teatri. La fascia d'età di consumatori più colpita da un innalzamento dell'Iva è quella compresa tra i 18 e i 34 anni. La fascia invece più al riparo dalla mazzata Iva invece è quella che riguarda gli anziani. Insomma l'Iva resta una sorta di incognita (costosa) ad entrare in scena già dal prossimo anno. Un'altra mazzata sui consumi che sono già abbastanza fermi...

Tags

Commenti

Commenta anche tu