Napoli, falso dentista con studio medico abusivo truffava i clienti: denunciato

Napoli, falso dentista con studio medico abusivo truffava i clienti: denunciato
Inside Over
12 Marzo Mar 2019 12 marzo 2019

La Guardia di Finanza di Napoli ha scoperto e denunciato un falso dentista che svolgeva la professione senza alcun titolo accademico e in uno studio abusivo: ai clienti chiedeva fino a 2000 euro per un'operazione

La Guardia di Finanza di Napoli ha scoperto un falso dentista che svolgeva abusivamente la professione in città. L'uomo, un 55enne napoletano, non ha alcun titolo accademico in ambito odontoiatrico, eppure lavora e riceve i suoi clienti in uno studio dentistico situato in via Vittorio Emanuele III, nella zona di Capodimonte.

Dopo una serie di indagini e di investigazioni, i finanzieri di Napoli hanno potuto appurare che il falso odontotecnico non aveva alcun requisito per esercitare la professione, che invece svolgeva senza problemi all'interno di uno studio medico completamente abusivo. Il falso medico riceveva, infatti, qui i suoi pazienti, che erano del tutto ignari della truffa che stavano subendo. Il locale adibito a studio è risultato infatti essere sprovvisto di qualsiasi norma igienico-sanitaria e privo di autorizzazioni legali.

Gli uomini della Guardia di Finanza, al termine dell'attività investigativa, hanno provveduto al sequestro dello studio abusivo e di varie attrezzatture mediche presenti, come la poltrona da lavoro completa di accessori. Sono stati, poi, sequestrati medicinali, tra cui soprattutto anestetici, e altri materiali e strumentazioni tecniche per il laboratorio odontotecnico e di fabbricazione protesi. Il finto odontoiatra è stato denunciato dall'Autorità Giudiziara per il reato di esercizio abusivo della professione medica e per assenza delle prescritte autorizzazioni sanitarie.

I finanzieri stanno inoltre svolgendo dei controlli e degli accertamenti sui documenti extracontabili trovati all'interno dello studio medico, al fine di cercare di verificare e ricostruire dettagliatamente i guadagni del dentista, che venivano tutti incassati a nero. Il finto professionista truffava senza remore i suoi clienti, a cui chiedeva pagamenti costosi per le visite e le operazioni, addirittura si faceva pagare fino a 2000 euro per un intervento più complesso.

Tags

Commenti

Commenta anche tu